Baiano: “Il calo è colpa di tutti, non del singolo. Non servono rivoluzioni ma solo qualche acquisto mirato.”

Francesco Baiano, ex attaccante di Fiorentina e Empoli, ha parlato a Radio Bruno sul tema Fiorentina: “Dopo il grande girone di andata ci si aspettava di più dalla squadra di Sousa, anche se era normale che la squadra non reggesse quei ritmi per un’intera stagione. Le responsabilità del calo non sono di un singolo: le colpe sono da attribuire sia ai giocatori che alla dirigenza e all’allenatore, è anche normale però che qualcuno si attacchi al discorso della condizione fisica e quindi principalmente al mister. Nella seconda parte di stagione sono venuti a mancare un po’ tutti, partendo da Kalinic, il quale era normale che avesse un minimo di flessione dopo aver giocato 10 mesi di fila senza mai tirare il fiato. Le sconfitte in trasferta con Tottenham e Roma hanno dato la mazzata finale, da quel momento tutto è andato a peggiorare. Non  penso che serva una rivoluzione in estate, basta che la società metta a segno 2/3 colpi importanti per fare il salto di categoria e mirare sempre più in alto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*