Baracani: “Cuadrado simulava anche quando subiva fallo”

Il rapporto tra giocatori ed arbitri non è sempre idilliaco. Ci sono dei calciatori che non sono ben visti dalle giacchette nere, come ad esempio Cuadrado. “Lui a volte simulava anche quando subiva fallo – ha detto il direttore di gara fiorentino, Leonardo Baracani, intervenuto a 30esimo minuto su Toscana TV – accentuava l’entità del colpo che riceveva. In generale dico che c’è troppa maleducazione nei confronti degli arbitri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. @ frankko48
    hai ragione.

  2. Cuadraro è un grande giocatore e gli davano punizione solo 1 volta ogni 4. Abbiamo assistito a grandi stonature arbitrali ; chi dice il contrario non ha mai provato a fare un dribbling o addirittura non ha mai giocato al calcio. Se Cuadraro dovesse andare ,speriamo non succeda mai , alla Juve o al Milan, gli danno due rigori ad ogni partita.

  3. A me quello che mi ha fatto inc*****e di Cuadrado é stata l’ammonizione (giusta) ma di una stupidità COLOSSALE che si é preso nella semifinale di coppa Italia nel 2014 contro l’Udinese che ci ha privato della sua presenza in finale con il Napoli.

    Per comportarsi così delle due l’una: o bisogna essere menefreghisti all’ennesima potenza; oppure Montella non gli aveva ricordato che era già diffidato.

    Non é che ci fosse stato da ricordarsi di come far decollare lo Space Shuttle, ma solo che era già diffidato.
    Per gli stipendi che prendono sarebbe stato il minimo ricordarsi di questo “particolare”, … fanno schifo, Cuadrado compreso!!!

  4. francesco 1956-1969

    Gli arbitri di solito parlano poco e quando lo fanno, lo fanno a sproposito.

  5. Molto spesso i giocatori, soprattutto i più gracili tipo Cuadrado, cadono in un certo modo per salvare le gambe…quello che dice quest’arbitro del colombiano sarà successo una volta su 20 falli subiti.

  6. Se questo signore fa l’arbitro dovrebbe conoscere la differenza tra “simulare” e “accentuare”,
    forse la prima cosa che gli arbitri dovrebbero imparare è l’italiano.

  7. Ha anche detto che non esiste sudditanza psicologica degli arbitri nei confronti delle grandi squadre….Baracani, laying the bottle…

  8. Ha ragione questo sconosciuto arbitro; Cuadrado non stava mai in piedi e cercava sempre il contatto con l’ avversario per procurarsi il fallo. Vedere giocare Salah e Cuadrado si nota la differenza: Il primo, anche quando subisce il fallo, cerca di rimanere in piedi e di continuare l’ azione, mentre l’ altro si ferma subito e cade immediatamente per terra.

  9. Ci sono anche arbitri maleducati se è per questo.
    Indurre l’avversario al fallo faceva parte del modo di giocare di Juan. La realtà è che difensori veloci in Italia ce ne sono pochi e quando Cuadrado era in forma non sapevano come fermarlo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*