Bargiggia: “Io aspetterei prima di bocciare Suarez ma Sousa mi sembra più saggio di Mancini. Vecino? Viola hanno imparato la lezione”

Esperto di mercato di Mediaset, Paolo Bargiggia a Radio Blu parla di Suarez e Vecino, ma non solo: “Suarez è un giocatore che ha un certo tipo di esperienza internazionale e secondo me sarebbe giusto aspettarlo, alla luce del fatto che non vedo all’orizzonte altre operazioni concluse per cui uno può liberarsi di Suarez a cuor leggero. Mi sembra ancora presto per fare valutazioni in quel senso. Questa è una logica aberrante e masochistica perché costringi le società a continuare a fare investimenti e ribaltare progetti e succede anche a livelli inferiori, in società che non hanno pazienza di aspettare giocatori in Lega Pro o in Serie B. In questo Paulo Sousa credo che si stia dimostrando abbastanza saggio, a differenza di Mancini per esempio, che nel giro di sei mesi ha cambiato due squadre per intero. Un giocatore come Montoya bocciato dalle amichevoli, neanche visto in campionato. Mancini fa così però perché trova la complicità della società, non è che tira fuori i propri di soldi. Lo spagnolo in ottica viola? Ci starebbe perché potrebbe trattarsi di un’operazione in prestito, aldilà che voglia concludere la stagione all’Inter. Rinnovo di Vecino? Si era un po’ perso lui quando c’era Montella però poi Sousa è stata la sua salvezza con il suo veto alla cessione al Napoli. In questo senso forse la Fiorentina qualche lezione l’ha imparata, dopo aver perso qualche giocatore a fine contratto. Questo è il segnale che magari alcune scelte vengono fatte per tempo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Suarez non è bocciato. Deve darsi una svegliata. nessuno è bocciato. Si deve lottare, farsi trovare pronti, e aiutare la squadra.

  2. Peccatoo non aver tenuto Piccini perchè sulla fascia destra trovo che in pochi sono superiori al ns. esterno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*