Bastoni, Melegoni ed un esempio che la Fiorentina deve seguire

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Quando si parla di giovani talenti è sempre opportuno non essere troppo frettolosi, la gestione dei ragazzi richiede attenzione fondamentale. Di recente l’Atalanta ha fatto esordire i classe 1999 Bastoni e Melegoni, due ragazzi di sicuro avvenire, i cui nomi sono presenti sui taccuini degli addetti ai lavori da grande tempo: non due calciatori qualunque. La Fiorentina ormai da anni è restia nel lanciare ragazzi dalla Primavera in prima squadra, spesso si teme di “bruciare” i giovani calciatori, o di doverli “preparare” non si sa bene per cosa. Federico Chiesa questa estate è stato vicino alla partenza in prestito nelle serie minori, ma Paulo Sousa ci ha visto lungo e lo sta facendo crescere ed esplodere a Firenze, in Serie A. Normale che le ambizioni della Fiorentina debbano essere superiori e diverse rispetto a quelle dell’Atalanta, ma sarebbe ipocrita non sottolineare lo splendido lavoro del settore giovanile bergamasco, da cui è giusto prendere esempio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. L’Atalanta lancia tanti giovani ma quanto a competenza straordinaria ci andrei piano non ha mai tirato fuori un grande calciatore !solo mezze tacche da serie A ma mezze tacche a giugno ragioniamo del valore dei responsabili della fiorentina

  2. I due ragazzi del 99 son bravi sicuramente, il difensore l’ho visto un paio di volte con i pari età e si vede che ha qualcosa in più.. Ma io se devo prendere qualcosa dall Atalanta non credo sia quello di lanciare ragazzini, piuttosto di credere nei ragazzi come caldara e gagliardini, che si fanno la gavetta e poi tornano e si meritano la fiducia.. Come se la sarebbero meritata piccini e capezzi!!

  3. Finalmente qualcuno che va al di là delle solite frasi fatte e dei luoghi comuni sui giovani. Complimenti! Ci sarebbe bisogno di sgombrare il campo su tant altri ambiti: ruoli,moduli,esperienza…

  4. Fracazzo da Velletri

    Bravo Razzolinii, era ora che qualcuno evidenziasse la bontà del lavoro che viene fatto a Bergamo sui giovani!
    Dietro ci sono persone serie e competenti, purtroppo non si può dire la stessa cosa del settore giovanile della viola ,a fronte di tre dei nostri ,in questi anni l’Ata lana ne ha valorizzati almeno una decina tutti in serie A,

  5. Consiglio al Corvo anticipi le altre società su questi due ragazzi perché ne sentiremo parlare fra non molto .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*