Batistuta: “Cinque squadre migliori della Fiorentina, ma motivazioni e Firenze possono cambiare tutto. Chiesa e Toledo…”

Gabriel Batistuta a “Viola week” de La Nazione parla della situazione in casa viola e lo scetticismo che è presente: “Aspettiamo a giudicare, il campionato è appena iniziato e i viola potrebbero scalare delle posizioni così come accadde lo scorso. La serie A? L’alba del campionato italiano resta sempre una incognita. Non si sa mai come reagiscono le squadre, alcune come la Fiorentina hanno tanti nazionali reduci da impegni pesanti. La prima partita per me conta poco. Troppe aspettative? Esatto: chi gioca in casa ha la pressione della propria gente per partire bene. Chi va in trasferta deve dimostrare di avere personalità… Io ci metto pure la seconda. I primi 180 minuti, credetemi, sono poco indicativi… Capisco che sarebbe meglio vincere subito, ma se non succede non facciamone un dramma per favore…. La Fiorentina a Torino l’ho vista in tv a casa mia, a Reconquista. Non è stato facile per la Fiorentina giocare al debutto contro la Juve, pure nel suo stadio. La sconfitta purtroppo era una possibilità… Non è la prima volta che perdiamo a Torino… I viola ci hanno provato, sono stati in partita, poi hanno vinto i campioni d’Italia. Federico Chiesa come è andato? Intanto sono felice per Enrico Chiesa col quale ho condiviso momenti importanti nella nostra Fiorentina. Credo sia una bella soddisfazione vedere debuttare il proprio figlio, tra l’altro così giovane, in serie A. Federico ha giocato solo un tempo, ma ha lasciato intravedere delle qualità e poi mi fido dell’allenatore. Se Sousa lo ha portato a Torino e lo ha messo dentro dal primo minuto, significa che ci crede. Ora il ragazzo è padrone del proprio destino: dipende da lui crescere, accontentarsi o volere di più. Per il resto qualsiasi altro mio giudizio sarebbe prematuro. Obiettivo sesto posto o l’asticella dell’ambizione può alzarsi? Sapete come la penso: durante l’estate si fa solo teoria. Siamo solo alla prima gara: sulla carta i nuovi acquisti possono essere giusti o sbagliati, ma poi bisogna giocare, fare i punti. Le stagioni vanno vissute, bisogna tenere un passo e contestualmente vedere cosa fanno le dirette concorrenti. Prendete il campionato scorso: la Fiorentina era partita per un percorso normale tra lo scetticismo generale, ma dopo per 6 mesi è stata protagonista facendo sognare tutta la città. Anche adesso ci sono 4-5 squadre migliori dei viola, quantomeno sulla carta, però magari alla fine un paio di club non rispondono alle aspettative e la Fiorentina può approfittarne. Bisogna provarci, sempre e comunque. Allenatore, squadra, società devono fare blocco unico e spingere nella stessa direzione sfruttando un vantaggio: Firenze. Conosco alla perfezione la passione dei tifosi viola, sanno regalarti emozioni formidabili, soprattutto la convinzione di potercela fare. Quando non hai una squadra costruita per vincere lo scudetto, devi attingere al serbatoio delle motivazioni, con alle spalle il vento di questo ambiente formidabile. Toledo? Sono sincero, non lo conosco così bene da poter formulare un giudizio completo. Non sarebbe corretto da parte mia. Però ha un buon biglietto da visita, ha giocato nel Velez, una squadra che dalle nostre parti vale molto. Naturalmente gli faccio un grandissimo in bocca al lupo per la sua avventura in viola. E’ fortunato, gioca a Firenze”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. In assoluto il più grande centravanti della Fiorentina ed uno dei migliori al mondo. Immenso e mai dimenticato.

  2. Mitico Batigol insieme al grande Rui Costa due pilastri di memorabili domeniche.

  3. Mi emoziono sempre…
    Che momenti ci ha fatto vivere…
    Se solo i giocatori avessero la metà della sua fame… Si sllenava il doppio degli altri..
    Bati forever

  4. Corri alla bandierinaaaa bomber della Fiorentinaaaaa

  5. Caro Bati, le motivazioni che avevi te e Dunga tanto per fare un paio di esempi i giocatori attuali viola non le hanno altrimenti il girone di ritorno non avrebbero fatto schifo .

  6. grande BATI,che momenti indimenticabili”m’innamoro solo seee vedo segnar batistuta”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*