Questo sito contribuisce alla audience di

Batistuta: “Non avevo bisogno di indicazioni dagli allenatori su come fare gol”. Una drammatica confessione sul dolore patito a fine carriera

L’ex campionissimo della Fiorentina, Gabriel Omar Batistuta ha rilasciato un’intervista al quotidiano spagnolo Marca. Nel corso di questa chiacchierata Bati-gol ha detto questo relativamente al suo periodo da calciatore, passato in larga parte a Firenze: “Ho sempre rispettato tutti gli allenatori che ho avuto, però la mia forma di gioco non necessitava di alcuna indicazione. Io avevo un solo obiettivo: il gol. E non dovevamo dirmi molto su come cercare la via della porta”.

Finita la sua carriera di calciatore, Batistuta ha avuto molte difficoltà fisiche: “Le mie caviglie sono seriamente menomate, specialmente quella destra, dove mi è stata applicata un’artrodesi, cioè mi hanno fissato le ossa ancorando l’articolazione. La mobilità alle caviglie è scarsa, ma per fortuna ora mi fanno poco male. Per un po’ è stato difficile per me alzarmi, andare in bagno e ho dovuto prendere un sacco di antidolorifici. Era come essere stato imprigionato da ciò che mi dava più libertà (il riferimento è al calcio ndr). La testa gestisce tutto ma non può sempre risolvere una condizione fisica. Ora ho una buona qualità della vita perché la felicità passa attraverso molti fattori. Se ho chiesto di farmi amputare le gambe? Sì, è vero. Un giorno sono andato in una clinica e ho confessato ad un dottore che non sopportavo più il dolore che sentivo e allora gli chiesi se era possibile amputarmi le gambe“. Fortunatamente la storia è andata poi a finire diversamente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. il centravanti? batigol…. grazie x le emozioni, la gioia e e averci amato onorato e rispettato…unico 9

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.