Questo sito contribuisce alla audience di

Battistini: “Ci sono diversi elementi che possono ricordare la Fiorentina del 1987/88. Credo che la Fiorentina possa arrivare in Europa League”

Pezzella e Caprari si contendono il pallone. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

In un’analogia tra la Fiorentina del 1987/88 e quella di oggi, l’ex giocatore viola ha dato un suo parere su Radio Blu: “Ci sono giocatori giovani come nella squadra in cui giocavo io. Ci sono tante cose che possono ricordare quella squadra lì, anche se in quella squadra li giocava Baggio. La stagione precedente era stata l’ultiam di Antognoni in viola, quindi si andava verso un rinnovamento. A livello di impegno economico, i Pontello avevano speso di più dei Della Valle. Quella società aveva investito tanto, adesso forse è più un lavoro sul settore giovanile. Adesso il “libero” non esiste più. Io sono partito giocando da centrocampista, poi per la capacità di impostare sono stato spostato in difesa. Pezzella a me sinceramente piace, credo sia stato un ottimo acquisto. Direi che adesso le casse della Fiorentina sono abbastanza piene, quindi 10 milioni per il riscatto di Pezzella ci dovrebbero essere. La Fiorentina deve per forza costruire un po’ alla volta una squadra importante, senza cedere tutti gli anni giocatori importanti. Credo che la Fiorentina possa arrivare all’Europa League, ha l’allenatore e la società per farlo. Il vivacchiara ti porta a non essere mai contento. Si deve ritornare ad avere un progetto ambizioso.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. L’Europa è un obbligo. Non esiste non andarci, non esiste non crederci, non esiste non provarci.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*