Beha: “Che credibilità ha una società che non sa imporre le proprie clausole?”

Beha2

Con una metafora, utilizzata un po’ da tutti sui campetti in età infantile, il giornalista e tifoso viola Oliviero Beha analizza la gestione del caso Montella da parte dei Della Valle: “Ebbene sì, il pallone ovvero i denari sono dei Della Valle bros. e ci fanno quello che gli pare. Ma come per Prandelli (il cui comportamento successivo tra Mondiali e Galatasaray peraltro è stato tendente al grottesco, ma questo non c’entra) così per Montella hanno combinato un pasticcio. Si vuol dire con questo che Montella è una vittima? No, magari le vittime fossero queste, con simili paracadute economici. In più con la storia della clausola certamente ci ha marciato e chiunque avrebbe pensato che volesse andare altrove. Il punto è pero che una dirigenza che non sa imporre l’applicazione delle clausole che essa stessa contrattualmente stabilisce non è credibile. Anche con Jovetic e Cuadrado non sappiamo davvero se e quanto esse abbiano funzionato. Rimane il fatto che nelle ultime sei settimane tra il primo e il secondo Della Valle (più i Cognini diminutivi di complemento) e Montella c’era o meglio ci doveva essere la possibilità di chiarirsi senza arrivare a questo sfregio di comunicazione, di etica (intesa come il contrario dell’ipocrisia), di buon senso. Non ne sono stati capaci, e i Della Valle non hanno il procuratore (credo…) come il tecnico. Adesso si ritrovano con un ambiente devastato e con un allenatore nuovo che sembrerà professionalmente un ripiego comunque in rapporto alle qualità di Montella. A meno che non si prenda Spalletti, che invece non si prende per non spendere.

E qui si torna al nocciolo: quali sono i progetti dei Brothers per la Fiorentina? Come si vedono loro stessi a Firenze? Che idea hanno dei fiorentini? E’ sempre e solo un problema di soldi (che non vogliono tirar fuori più di tanto)? Montella passa, la cittadinanza no: volete rispondere oppure vi basterà come spesso un giro di foulard attorno al collo?”.

Visita la Zona Viola sul sito di Oliviero Beha

© RIPRODUZIONE RISERVATA

49 commenti

  1. grande behone,altra cazzata,altro giro,ma una società che esonera un allenatore perchè fa il furbo con una clausula firmata anche da lui,a me sembra che invece si voglia far rispettare e come,rimanendo anche in difficoltà,perchè adesso deve ricominciare tutto da capo,a me sembra un bel segnale,gli allenatori,bravi o meno,sono dipendenti ed anche ben pagati,perciò devono lavorare e basta,dando dei consigli,certo,ma sempre con il criterio del lavoro e basta

  2. Caro AceBati Montella è pure un bravo allenatore, ma vogliamo esprimere un giudizio serio, ed obiettivo sul suo comportamento ? Io non credo che faccia piacere essere le seconde scelte di qualcuno, che si è distinto grazie alla VIOLA, vogliamo parlare anche del fatto che ha aspettato le altre piazze prima di dare la SUA risposta. Ma dove siamo al MERCATO ? Rispetto per la dirigenza, e per i tifosi in PRIMIS.
    Poi se te ne vai, si mangia lo stesso, perchè so adesso chi sei REALMENTE, E ME NE FREGO

  3. Paolo1,ripassati il post di Acebati qui sotto.Testualmente:Goditila Paolo, idem franco4 peccato solo che probabilmente non ofate Fiorentina e quindi gli unici felici siete voi,/ Capito Paolo? Quell’ ofate e nella lingua tutta di Acebati penso voleva dire tifare.Ora siccome non siamo con Montella per questo signore noi non siamo più tifosi Viola.Mi ha messo un brutto pensiero in testa: Franco tu pensavi di essere tifoso viola dal lontano primo scudetto, mai hai solo sognato sveglia!

  4. franco4,
    O forse é meglio “Barabba”? Del resto se é ancora appeso alla croce … sai chiamarlo Gesù mi parrebbe blasfemo ….

  5. AceBati, scendi dal piedistallo e non rompere i ……….
    Anche per te: lunghe sedute di terapia, però INTENSIVA, altrimenti é inutile.

  6. franco4,
    ineccepibile, hai ragione.
    Va bene “fantasma”?

  7. Certo che da quando collabori anche tu con il fatto quotidiano hai perso di credibilità . Dagli al padrone.se sei così bravo perché non li metti tu i soldi. Siete tutti dei quaquaraqu

  8. La famiglia della valle primeggia in tutti i settori. Devono capire che anche nel calcio possono farlo. Non devono più bastare i piazzamenti. Fuori l’orgoglio.

  9. Più che con le dichiarazioni, bisognerebbe che i DV rinnovassero il contratto ai nostri giovani e facessero una campagna acquisti all’altezza per mantenere una squadra di livello.
    Solo con i fatti i DV potrebbero riacquistare credibilità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*