Beha: “Ecco perché la Fiorentina si è sciolta per un lungo periodo. Ragionando come Berlusconi…i Della Valle vinceranno sempre il loro campionato”

Beha2

Il giornalista e tifoso della Fiorentina, Oliviero Beha, ha scritto un ampio capitolo sui viola nel punto sul campionato uscito stamani su Il Fatto Quotidiano: “l’Inter da 5 anni cambia allenatori come fazzoletti, eppure un anno fa pareva che il decorato Mancini e il portafoglio di Thohir bastassero a riguadagnare gli allori storici. Macchè, un fallimento ribadito quest’anno con un altro esborso di milioni a capocchia. Esattamente il contrario della Fiorentina dei fratelli marchigiani, che prima dell’estate di San Martino 2015 avevano venduto a belle cifre o perduto giocatori “pesanti”: da Nastasic a Jovetic, da Ljiaic a Cuadrado a Savic, estraendo dal cilindro (casualmente?) Salah salvo poi perderlo direi miseramente. E ne dimentico qualcuno minore (in termini di soldi). Eppure da 3 anni con Montella avevano ricostruito squadra e ambiente a livello ultradignitoso, fino all’exploit di un tecnico quasi sconosciuto come tale, Paulo Sousa, che ha fatto giocare la Fiorentina bene come nessuno, giusto un anno fa. Per questo era in testa alla classifica, non per la Tod’s, i soldi, il potere: solo per come giocava. Ma mentre l’Inter si sfarinava per una confusione societaria tra i milioni e il disavanzo, la Fiorentina si è sciolta per un lungo periodo perché giocare bene non era evidentemente bastato per far investire il denaro necessario. Il clima è cambiato, delusione, depressione, contraddizioni, squilibri. Mantenuti quest’anno dopo aver fatto nuovamente (e logicamente, a quelle cifre) cassa con la cessione di Alonso. È dunque istruttivo come si possano sfaldare le squadre sia investendo male che pensando solo alla propria bottega. Forse ha ragione Berlusconi (il cui Milan sembra come piglio la prima Fiorentina di Montella): oggi non basta più un solo imprenditore per reggere le spese del calcio di alto livello. Ci vuole il tycoon indonesiano o cinese o arabo di turno. Ragionando così, i Della Valle bros. vinceranno comunque sempre il loro personale campionato…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Salentinoviola

    Stavolta concordo pienamente con Beha. Ai Della Valle va bene così, vendere i migliori e rimpiazzarli con discreti giòcatori. Ma i tifosi hanno bisogno di ben altro. A questo punto Sousa ha fatto bene a parlare pubblicamente di ambizioni societarie a proposito di Berna e del suo futuro. Speriamo che passino presto la mano o che allargino a qualche socio con la voglia di investire. E stasera FORZA VIOLA portiamo a casa i 3 punti.

  2. Don Diego è da tre anni che vince il suo campionato delle plusvalenze.

  3. Non credo che il periodo da capolista sia stato un caso, la Fiorentina giocava bene e SOUSA era l’allenatore. Quello che è successo lo scorso gennaio tutti lo sanno, non è rimasto deluso soltanto Sousa ma tutti i tifosi. Se adesso gli organi d’informazione hanno il mandato di gettare fango su Sousa, si accomodino ma i tifosi, i clienti, hanno la libertà di pensare con la propria testa. Forza Viola.

  4. Michele da Milano

    Questione dibattuta: mai come alla Fiorentina si può dire che il pesce puzzi dalla testa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*