Beha: “Fiorentina incapace di comprare. Ma quando c’è da cedere i Della Valle sì che sono tempestivi”

Il mercato di gennaio è giunto al suo ultimo atto o per meglio dire al suo ultimo giorno. Intanto il giornalista e tifoso della Fiorentina, Oliviero Beha, non risparmia critiche all’operato della società e scrive su Il Fatto Quotidiano. Beha sottolinea che la Fiorentina è stata “incapace di comprare fino ad oggi a Sousa, che pure le ha raddoppiato in cinque mesi il valore del capitale umano, quel difensore di valore che aspetta (l’articolo è stato scritto prima di sapere dell’arrivo di Benalouane ndr): il caso Mammana, già in partenza un cognome da aborto clandestino, si aggiunge ai Salah e ai Milinkovic-Savic, dove si ride per non piangere. I tifosi non riflettono ovviamente sul rovescio della medaglia: i Della Valle bros. quando si è trattato di vendere Jovetic e Ljiajc, Cuadrado e Savic ecc. sono stati assai tempestivi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

38 commenti

  1. Aggiungo che Mutu fu ceduto (di nascosto da Prandelli) alla Roma a pochi giorni dalla fine del mercato e una decina di giorni prima dei preliminari di champions.
    Al posto di Prandelli mi sarei imbufalito sia perchè non mi avevano avvisato, sia perchè stavamo per giocare la nostra 1° champion dopo le note vicende (calciopoli, penalizzazione) e Mutu in quegli anni era uno dei migliori giocatori d’europa e forse del mondo.
    Corvino aveva pagato Mutu dai gobbi circa 7 mln e rivenderlo a 20 voleva dire PLUSVALENZA di 13 mln….. la tentazione era forte eh fratellini?

  2. Caro jack Kramer sei come Andrea Tomasetti e ricordi a modo tuo.
    Mutu era stato già venduto alla Roma per 20 mln all’insaputa di Prandelli che quando lo seppe minacciò le dimissioni anche perchè c’era da fare la champions e Mutu era il nostro miglior giocatore. Per accontentare il Mister i DV tennero Mutu ma 6 mesi dopo a gennaio vendettero Pazzini (alla Samp)e Osvaldo (al Bologna) per una cifra complessiva di circa 15 mln più il prestito di Bonazzoli dalla Samp per 6 mesi. Quindi rientrarono di 15 mln pur tenendo Mutu. Quanto a Prandelli se la legarono al dito e alla prima occasione lo fecero fuori senza risparmiargli epiteti poco simpatici. Ergo tranquillo che Beha sa quel che dice e i DV alla fine rientrano sempre.

  3. roberto da pontedera

    i della valle ed i suoi dirigenti (troppi) cosa hanno fatto sino ad ieri sera. ma dove è la soddisfazione ,l’orgoglio, la passione sportiva dei fratelli ciabattini. non l’hanno nel loro dna?. Ma, oramai lo avranno visto che è da molti anni che il tifoso viola ama sognare e oggi, il sogno che può o poteva diventare realtà svanisce (secondo me) nella pia illusione di arrivare almeno terzi a giugno . i miracolo a volte esistono, speriamo, ma la verità sul campo oggi per tutti noi tifosi, ultrà, sportivi che amano la viola, era quella di far vedere una volta (almeno una) nella loro storia viola di anticipare soldi di cassa e fare due tre acquisti grandi (e si poteva con i soldi) e puntare tutto sul campionato. ma niente, il bilancio, il fair play,la politica di ddv,vale di più di una fede sportiva.

  4. Solito articolo scritto per partito preso. Beha omette come tutti quelli in malafede che Jovetic fu venduto l’anno dopo, liajc non voleva rinnovare..di Mutu e dei 20 milioni persi non se lo ricorda

  5. PURTROPPO CE POCO DA COMMENTARE I FATTI E LA CRONOLOGIA DELLE “FINTE TRATTATIVE” SONO LI A DIMOSTRARE NON TANTO L’INCAPACITÀ DI ACQUISTARE MA LA SPICCATA VOGLIA DI FARCI INCA*** COME LE BESTIE.
    QUESTO NON TANTO PER CHI È ANDATO O VENUTO MA L’ASSOLUTO POCO RISPETTO DELL’INTELLIGENZA DEI TIFOSI !
    NON SI CHIEDEVA NE MESSI NE CR7 SI SPERAVA SOLO NON ESSERE PRESI PER IL CULO !
    COMPLIMENTI.

  6. La velocita’ a cedere e’ stata sempre notevole e senza ripensamenti anche xche’ hanno portato soldi,gli acquisti no x il semplice motivo che i DV o chi x loro, dovevano fingere x un un po’ di voler prendere buoni giocatori e dopo lunghe tiritere virare su soggetti molto più scarsi ma assai più a buon prezzo o gratis ,dando la colpa alle altre societa’ del mancato arrivo di chi invece sarebbe servito

  7. E no caro Andrea Tomasetti, Toni non lo vendettero perchè c’erano da recuperare 19 punti (poi ridotti a 15) si temeva di retrocedere e le perdite (diritti TV, pubblicità ecc) sarebbero state molto maggiori. Prandelli senza Toni non poteva dare garanzie e sicurezze e Toni rimase.
    Mutu era stato già ceduto alla Roma per 20 milioni e all’insaputa di Prandelli, il Mister appena lo seppe minacciò le dimissioni e Mutu restò ma DDV se la legò al dito e alla prima occasione lo silurò. Prima non poteva farlo perchè temeva una rivolta dei tifosi e c’era ancora in ballo la storia dello stadio nuovo e della cittadella viola.
    Sei tu che ricordi male o come ti pare.
    PS. La mia nonna diceva che a certa gente se la gallina non gli fa 3 uova al giorno, gli tira il collo.

  8. E’ da stamane che ho la bile in bocca,ho sperato fino all’ultimo, illudendomi che quel che leggevo non fosse vero e che i nostri dirigenti con una strategia pianificata avessero in serbo un acquisto degno di tal fatta,invece si naviga a vista senza bussola e quel che e’ peggio senza domani, anzi il domani e’ gia’ programmato, a giugno via bernardeschi per 15/16 milioni, via kalinic per 10/12, via rossi per 6/7 e ritorno al dopo prandelli. Il mondo del calcio sara’ certamente un’impresa ma ci si deve mettere anche il CUORE, saro’ un vecchio romantico ma io quando vedo i MIEI ragazzi ancora oggi a 60 anni mi emoziono .Pretendo troppo nel ritenere che anche chi ci dirige provi altrettanto? Non basta venire allo stadio con il camuffo e far finta di frignare come andreino per guadagnarsi il rispetto dei veri tifosi.bisogna parlar chiaro e non raccontare m……te alla gente dicendo che lottiamo per stare lassu’. per me vincere non e’ la priorita’ assoluta ma lo e’ la dignita’ di stare con la shiena drittavfieto e orgoglioso della mia squadra.oggi sentire di marzio e tutti gli esperti di mercato sganasciarsi dalle risate quando si parlava del nostro mercao mi faceva sentire male fome 13 anni fa quando fallimmo.se abbiamo un po’ di amor proprio facciamoci sentire e mandiamo al diavolo questa proprieta di lucratori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*