Beha: “Sicuri di aver fatto le scelte giuste? E’ ora che qualcuno si assuma le responsabilità…”

Il giornalista e tifoso viola, Oliviero Beha, ha scritto sul proprio blog, un commento alla sconfitta della Fiorentina contro il Cagliari: “Ho cominciato un mese fa ad avvertire prima scricchiolii e poi rumori pesanti, da quando cioè mi è parso che la dirigenza e la guida tecnica privilegiassero decisamente le Coppe sul campionato, col risultato di far male in due versanti su tre. In mano per ora in un clima disfattistico c’è “solo” la semifinale” di Europa League. Sicuri di aver fatto le scelte giuste? E una squadra non è come una persona, non ha forse una fisionomia e una mentalità che le dà l’allenatore e l’ambiente intorno? Dopo il Cagliari non è il momento di assumersi responsabilità, giacché di colpe è giusto parlare solo a fine stagione?”.

Visita la Zona Viola sul sito di Oliviero Beha

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Se l’ha detto Beha che è ora che qualcuno si assuma le proprie resonsabilità!!!!! io lo dico da tempo anche da prima della vittoria sugli ucraini !!!

  2. È ovvio, la personalità di una squadra è SEMPRE diretta conseguenza della personalità del proprio allenatore, su questo non ci sono dubbi… e per questo è troppo facile dire che in campo ci vanno i giocatori… se le prestazioni sono queste è chiaro che l’allenatore non ha in mano la squadra… la Fiorentina non è certo la prima squadra del mondo ad avere più impegni… il Siviglia ad esempio sta facendo molto meglio di noi, eppure, uomo uomo, non si può davvero dire che siano superiori a noi…

  3. Fabio, anche non scegliere in realtà è una scelta, se mettevano sempre i migliori a gennaio o febbraio eravamo già scoppiato, non co stanno 2 giocatori alla pari o qiasi per ruolo e quindi qualcosa lasci, gli infortuni poi non aiutani,
    quel che vale per noi è accaduto anche alla roma e a noi un anno fa quando x un mese o + ci fu un calo evidentissimo.
    Al primo snno di montella a gennaio perdemmo punti ma continuando a dominare o a giocar bene come contro il pescara ma avevamo novetic e lajic out e nessuno segnava ora che lottiamo su 3 fronti siamo almeno 10 punti li perdiamo in campionato rispetto al nostro valore massimo e se si fa qualche errore ne perdiamo 15 o 18.
    Aquilani nel primo anno stava bene e nn giocó affatto male ma gli infortuni fanno parte della sua storia e lo condizionano, Rosi, Rosati e molti altri non valgono certo Rossi o Pizarro o Gonzalo,
    La fioremtina al top è una cosa, senza i migliori è un altra.

  4. X U scrive. Ma figurati! Ora Montella scientemente ha sabotato la squadra! Ma dai! Sei innamorato dei giocatori e pur di salvare loro ammazzi il mister? Ma vogliamo dargli anche responsabilità positive, perdio? Tutto sommato per tutto l’anno abbiamo visto un calcio da leccarsi i baffi. E’ vero hai perso con la Juve una partita determinante ma ne hai vinta un’altra determinante anch’essa

  5. Chi sceglie sbaglia. L’ho detto dall’inizio. Non si può scegliere. Lottare al massimo su tutti i fronti.

  6. Se salta l’acquisto del milan magari mr. Bee ci prova con la viola…

  7. Beha non riesco a catalizzare tutte le responsabilita’ in un solo uomo che poi è quello che paga sempre quando le cose vanno male. Per contratto.
    Quando vedo giocatori che guadagnano un milione l’anno non riuscire a fare un cross decente e altri che scivolano per terra al momento della chiusura difensiva o del tiro in porta, penso che le responsabilita’ vadano divise equamente

  8. Acebati da elogiare per l’altra storia che racconta. Ma la vera storia è che la Fiorentina è caduta, per la dabbenaggine del mister, e difficilmente riuscirà a rialzarsi. Hanno perso in molti giocatori l’autostima, perchè si sono messi in testa che con Montella non hanno più sicuro il posto in squadra. L’allenatore li ha ridicolizzati mettendo al loro posto le riserve. Per il mister non ci sono differenze tra titolari e riserve. Rosi vale Gonzalo, così come Ilicic vale Gomez. E si paga dazio.

  9. Acebati sei ammirevole per la difesa a spada tratta che fai del mister. Però eviti di parlare dell’assurda iniziativa di Montella di aver voluto, per presunzione più che per esigenza tecnica, manipolare la squadra quando andava a mille all’ora, inanellando nove risultati positivi consecutivamente. Quando con la Lazio ha mutato il volto della squadra è inziato il dramma della Viola: 4-0 con la Lazio, 0-3 con la Juve, 2-2 con l’Udinese, 3-0 col Napoli, 0-1 col Verona e 1-3 col Cagliari.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*