Questo sito contribuisce alla audience di

Benassi tagliato dalla mediana a due. Mihajlovic: “Può diventare ciò che era Soriano nella Sampdoria”

Il passaggio del Torino dal 4-3-3 al 4-2-3-1 è stato indubbiamente deleterio la scorsa stagione per Marco Benassi. E’ stato proprio lui il primo a fare le spese di questa variazione di modulo imposta da Sinisa Mihajlovic e che Stefano Pioli ha intenzione di proporre nella sua Fiorentina. E allora come si fa con lui? Una prima risposta a questo quesito l’ha proprio data Mihajlovic che lo stava provando a sinistra nel tridente a supporto del centravanti. Non solo, il tecnico granata si era lasciato andare, dicendo in merito: “Può diventare quello che era Soriano nella Sampdoria“. Proprio in quel ruolo lì, l’italiano nato in Germania, si è imposto facendo poi il salto al Villarreal.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Il muro scortecciato di careggi mi da il senso del tempo che passa…..ogni anno è messo peggio….ormai sa di romantica decadenza……

  2. Rik , il muro in questione è del Ponte Nuovo ( polo di Careggi ) .
    Essendo bene pubblico , o convinci gli amministratori del polo o volontariamente prendi una pennellessa e ti diverti un po’ .

  3. Secondo me si vira verso un 352……

  4. Per me Pioli è un allenatore migliore di Miha. Saprà lui come fare.

  5. anch’io credo che Pioli non sia un integralista del modulo 4231, spero si regoli scegliendo quello che è meglio magari anche di volta il volta, ad esempio se ci si accorge che Milenkovic Hugo e Astori diventano inseuperabili giocando insieme e a 3 si può passare ad un 343 o 352 e così via negli altri reparti, l’importante e che la squadra dia sempre tutto poi il modulo diventa secondario e, ad oggi, mi sembra che i segnali vadano in quella direzione. SFV

  6. Io credo che un bravo allenatore possa cambiare il modulo di gioco anche nel corso di una stessa partita
    e deve provare in allenamento i vari moduli sulla base dei giocatori che ha a disposizione.
    Tanto sul campo 10 metri più in avanti o dietro ed il modulo cambia da 4 2 3 1 al 4 3 3. L’importante è
    avere a disposizione giocatori duttili e pronti ad adeguarsi al cambiamento.

  7. Ma quel muro tutto scortecciato che compare in tutte le foto de’ nuovi arrivati ‘un si po’ rimetterlo un po meglio?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*