Bergomi: “Sousa ci aveva visto lungo su Chiesa. La clausola per Bernardeschi? Fissa il prezzo”

Presente ad Altopascio per seguire la gara tra Fiorentina e Sassuolo, Beppe Bergomi ha parlato così anche della formazione viola: “Mancano alcune squadre importanti a questo punto del torneo e arrivano quasi sempre in fondo le italiane. Il livello però è buono e lo vediamo anche dai giovani che stanno emergendo piano piano. La Fiorentina e i giovani? E’ da tempo che le società lavorano bene, serviva il coraggio di farli giocare. Bisogna dire bravo a Sousa per Chiesa, ero a Torino e rimanemmo tutti sorpresi dalla sua scelta ma lui ci aveva visto lungo. Ma è la storia che ce lo dice che la Fiorentina è sempre stata molto lungimirante. Chi il prossimo Chiesa? Dipende da cosa hanno in testa, bisogna capire se la società li vuole tenere qua o mandarli in prestito. Ci sono alcuni giocatori che giocano già in Nazionale e quelli sono da tenere maggiormente d’occhio. Allenatore per la Fiorentina? Stanno facendo tutti molto bene, Di Francesco fa un po’ fatica con il Sassuolo però il valore è importante; Semplici lo conoscono bene mentre Pioli spero rimanga all’Inter. La Fiorentina è in crisi di ambiente, non di gioco, quando la vediamo battere la Juventus in quel modo… ci sono tanti elementi che determinano. La clausola per Bernardeschi? Sì, è un modo per stabilire un prezzo ma l’ultima parola spetta sempre al giocatore. E’ un talento della Fiorentina e del nostro calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. esatto John. Funziona così anche per le altre. Se non vuoi vendere, non metti clausole. Basta rispondere no. Molto semplice, vero ?

  2. fatemi capire: quando mettono la clausola le altre società è perchè vogliono tutelarsi, se la mette la Fiorentina fissa il prezzo. Le clausole per gli altri non lo stabiliscono?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*