Berna ed una duttilità che per ora lo penalizza

Da sempre attaccante nel settore giovanile gigliato, a tratti anche bomber, ma sviluppatosi sotto la guida di Semplici e a Crotone come punta esterna del tridente. Preferibilmente schierato a destra, con la possibilità quindi di accentrarsi per calciare in porta con il suo mancino. Dopo una prima stagione difficile a causa dell’infortunio al malleolo, ma comunque guarnita con tre reti, per Federico Bernardeschi questa è la prima esperienza nella Fiorentina “dei grandi”. Finora però Sousa ha usato in più modi il talento di Carrara: da esterno nel centrocampo a cinque, sia a destra che a sinistra, a quasi terzino ma anche da mezzala. Merito delle doti atletiche e di duttilità da parte di Berna, che con grande maturità si è messo a disposizione della squadra, sacrificando anche la propria attitudine. Un elemento che lo pone inevitabilmente al top della considerazione di Sousa ma che non lo gli sta rendendo forse il giusto merito sotto il piano statistico. Sul suo talento nessun dubbio, in attesa che anche la posizione in campo possa contribuire a farcelo ammirare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*