Tra attaccanti in affanno e nuovi arrivi Bernardeschi è ancora a caccia del primo gol

Bernardeschi Udinese 2

Manca solo il gol in serie A e la stagione di Bernardeschi fin qui praticamente perfetta può diventare eccellente. Tante buone prestazioni, numeri, assist e una grande duttilità tattica che gli ha permesso di giocare in ogni parte del campo. E sempre ad alti livelli. Tanto che Sousa parla di lui sempre in termini entusiastici, prendendolo a esempio per i compagni; quello che ha stupito infatti è stata la grande disponibilità e umiltà del ragazzo. Volendo trovare il pelo nell’uovo, al talentino di casa viola manca solamente la rete in Serie A (perchè fuori dai confini italiani ha già messo a segno 3 reti in 4 presenze in Europa League). Con un Kalinic in affanno, un Babacar che deve conquistarsi ancora il suo spazio, Zarate e Tello ancora da scoprire, per Berna l’occasione di timbrare il cartellino in Serie A è davvero ghiotta…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Buon giocatore che si sacrifica in un ruolo non suo ma lasciamo perdere i “fenomeni ” e i ” gioielli”

  2. mauro d.o.c.g.

    comunque se si arriva a criticare anche Bernardeschi credetemi siamo alla frutta non ho parole.

  3. Caro Mauro mi sa’ che stai vedendo troppo film o di calcio ci capisci veramente poco.Come puoi paragonare Berna a Dybala??Ruoli completamente differenti ad oggi visto che Sousa lo impega in un ruolo non suo e nonostante ciò lo fa alla grande e per questo va solo elogiato.FVS

  4. Higuain ha sbagliato un gol simile con la samp. Io non mortificherei proprio per niente Bernardeschi che da quando è tornato si nota la differenza soprattutto a centro campo. Inoltre fa morale.

  5. Giocatore (purtroppo) sopravvalutato. Il fatto di giocare praticamente come terzino per le note carenze sulla fascia dx lo sta snaturando portandolo sempre di più lontano dalla porta. Inoltre la desuetudine nel tirare in porta lo fa regredire al punto da padellare palle gol come quella di domenica (una palla da deviare al volo dal dischetto del rigore) spedita in tribuna. Un top player non aspetta 20 gare per fare un gol campionato. Se guardiamo gente come Dybala, ci vuol poco a capirne la facilità nel vedere la paorta. O cambia ruolo e attitudine alla porta o… ciao Beppe!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*