Bernardeschi capofila di una delle storie rimaste a metà

Bernardeschi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Bernardeschi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Sousa ha concesso più libertà di movimento a Bernardeschi, preoccupato fino al punto di inviare messaggi attraverso le interviste, ma non ha risolto i problemi di identità di un giocatore amato da moltissimi addetti ai lavori. Bernardeschi troverebbe la sua collocazione migliore come esterno alto, perché al centro molte giocate gli si inceppano per mancanza dello spazio a lui necessario, di velocità di pensiero negli ambiti strettissimi, di intuizioni lampeggianti. Ma quella di Bernardeschi è solo una delle storia rimaste a metà, secondo quanto scrive La Nazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. La sua collocazione più probabile è esterno alto a sinistra, in maniera che possa arrivare sul fondo e crossare, oppure stringere al centro e tirare in porta. A destra non ha le potenzialità necessarie per giocare, fa troppa fatica ad aggiustarsi la palla, in quanto con il piede destro non riesce a far niente. Non ha la velocità ne il tiro di Robben o altri…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*