Bernardeschi deve accontentarsi delle briciole. Una finezza al limite dell’area

Bernardeschi in Nazionale. Foto: Activa Foto

Pochi scampoli di gara per Federico Bernardeschi con l’Italia. L’attaccante della Fiorentina è stato messo in campo da Antonio Conte solo al 75′ al posto di Antonio Candreva. Il giovane viola ha avuto la possibilità di toccare pochissimi palloni e si è fatto vedere solo per una finezza al limite dell’area azzurra: un’uscita di tacco volante su una situazione non facilissima. Per la cronaca l’Italia si è imposta per 2-0 contro la Finlandia, in questa amichevole di preparazione ai prossimi Campionati Europei, grazie alle reti di Candreva al 27′ su rigore e di De Rossi al 71′ con un colpo di testa angolato da centroarea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Sapete il problema di Bernardeschi,che io conosco calcisticamente sin da quando era al Ponzano ed io ero tra i dirigenti di quella piccola società, è che lui ha sempre fatto sfracelli e valanghe di reti anche quando giocava con i ragazzi più grandi,e si sente in grado di giocare da mezza punta o attaccante,mentre lui è perfetto per stare sulla fascia. Ha gamba,ha velocità,ha potenza muscolare,ha fisico,insomma ha tutto,compreso una tecnica non indifferente, per diventare uno dei più forti esterni a tutto campo che ci siano in giro. Basta che nella sua testa scatti quella molla che gli fa apprezzare quel ruolo,che lo convinca che come attaccante può essere bravo,come ala pura a tutto campo,può diventare devastante a livelli europei.

  2. Secondo me ti sbagli.

  3. Lasciamolo lavorare, ha talento e può esplodere, ha un po’ troppa voglia di apparire e allora combina caxxate ma ci sta. Io ci conto!

  4. Mah! Più lo vedo giocare più mi convinco che è un buon calciatore e nulla più,troppo pompato da una stampa alla ricerca di fenomeni,vendere per ricavarne soldi freschi e spendibili

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*