Bernardeschi, il tornante adesso basta. C’è un dilemma ancora irrisolto…

Bernardeschi Udinese 2

La fascia destra della Fiorentina è ormai un problema atavico che sembra non riuscire a trovare una soluzione. La necessità di un terzino destro sbandierata ai 4 venti è culminata in questa sessione di mercato con l’acquisto del giovane classe ’96 Kevin Diks dal Vitesse, ragazzo dalle indubbie potenzialità ma che necessita di tempo per adattarsi alle dinamiche, alle pressione e agli schemi del calcio italiano e non può essere definito al momento un titolare. La corsia rimane pertanto ancora scoperta e il problema “terzino destro” del tutto irrisolto. Paulo Sousa nella passata stagione talvolta ha proposto la difesa a 4 adattando a terzino destro Nenad Tomovic ma il serbo è un difensore centrale, e sulla fascia non può dare il contributo che si richiede ad un cursore vero e proprio, in entrambe le fasi di gioco. Non è un caso che la Fiorentina giochi con la difesa a 3, e difficilmente potrebbe essere altrimenti. Tutto questo porta ancora una volta allo schieramento di Bernardeschi come tornante sulla corsia destra; il ragazzo di Carrara non invidia niente a nessuno in quanto a corsa e abnegazione, ma è chiaro, evidente e risaputo che quella non sia la sua posizione naturale e che lì Bernardeschi fatichi e molto, e di conseguenza fatichi la Fiorentina, soprattutto in fase di contenimento, ma anche in quella offensiva,  in cui il classe ’94 si trova spesso  a corto di lucidità per poter pungere. Terzino destro: un dilemma destinato a durare ancora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Bernadeschi se ci crede la fascia e la sua posizione

  2. e credo anche Epicuro che tutti quegli intenditori di calcio che lo hanno visto eccellere negli assist, nella visione di gioco , nella progressione dalla meta’ campo in su .non la pensino come DRAK che dice che ogni giocatore si deve adattare alle caratteristiche del gioco dell’allenatore—Secondo me molti di loro dicono che Sousa e matto a farlo correre come Naigolan e a farlo rendere allo stesso modo di come renderebbe se al suo posto giocasse Gilberto… NEANCHE UN ASSIST, NEANCHE UN TIRO IN PORTA , NEANCHE UN DRIBBLING IN PROGRESSIONE PERCHE 2 MINUTI PIMA SI ERA STANCATO A RINCORRERE L’AVVERSARIO FINO IN DIFESA E A PRESSARE TUTTI GLI AVVERSARI COME NAIGOLAN

  3. No Epicuro e’ proprio per il fatto che non capisco un c..di calcio che ho detto questo , e cioe’ che se tutti gli intenditori addetti ai lavori nazionali ed esteri lo considerano uno dei giovani piu’ promettenti in Italia e anche all’estero non voglio essere proprio io a dire che e’ scarso ..preferisco pensare che il ruolo dove sta giocando adesso, perche’ nelle giovanili dove si e’ messo in evidenza non giocava li, non riesce ad emergere e fa solo il compitino, forse e’ meglio pensare di farlo giocare dove e come giocava prima sperando, per il bene suo e della fiorentina, che chi si intende di calcio aveva ragione

  4. Per vedere la scala dei valori di Berna, perchè valore intrinseco lo possiede, bisogna esonerare Souza incapace di impiegarlo nel ruolo a lui più idoneo. Berna comunque non è l’ unica vittima, anche Vecino è male impiegato e cosa dire di Baba,Rossi,Suarez e diversi altri nemmeno un pò considerati da quel baccalà bollito di portoghese convinto di essere il portatore del vero.

  5. Bernardeschi può essere veramente utile nei due ruoli per i quali è adatto: esterno in un 433 o trequartista ad esempio nel 4312.
    basta che Sousa la faccia finita con quell’aborto di modulo, il 3421.

  6. Aspettiamo a scaricare Berna…se lo prendessero i gobbi vedreste come lo trasformano in 2 anni…

  7. Maurizio Firenze

    Il problema si risolve alla svelta basta esonerare Sousa

  8. Fedrator probabilmente di calcio ci capisci più di me ma in tutte le partite giocate da Bernardeschi, a parte tre o quattro, il suo rendimento è sempre stato mediocre e a volte pessimo (compreso la nazionale, dove Conte si è ben guardato dal rifarlo giocare). Può essere che con il tempo, se ha classe, cresca e si affermi, ma per ora non ha dimostrato un bel niente. Saluti viola.

  9. Insomma, Bernardeschi è una sorta di Robben, con meno dribbling, meno velocità, meno tiro, ma con più resistenza e visione di gioco. Prima lo capisce lui stesso e meglio è.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*