Questo sito contribuisce alla audience di

Bernardeschi-Saponara e il feeling che non c’è. Ma la rifondazione parte da qui

“Scelte rischiose”, le ha definite così lo stesso Paulo Sousa con riferimento all’impiego contemporaneo di Bernardeschi e Saponara, due che tutti si augurano possano rappresentare la base per la rifondazione del prossimo anno e che purtroppo sono stati tra i peggiori in campo ieri. Il feeling sul campo si crea col tempo e di esperimenti in tal senso ne sono stati fatti ancora troppo pochi, però un’incongruenza tattica contro l’Empoli c’è stata, come detto, e ha riguardato un po’ tutta la fase offensiva. Forse troppo densa, con due vere e proprie ali e due fantasisti dietro a Kalinic; addirittura con il secondo centravanti dopo l’ingresso di Babacar. Un ingolfamento vero e proprio, che ha prodotto appena una rete alla Fiorentina, a conferma che la pericolosità non si calcola in base al numero di attaccanti in campo. La coppia dei trequartisti italiani insomma è per il momento rimandata ma non certo bocciata, viste le indubbie doti di entrambi, in un momento forse in cui la forma fisico-calcistica non è al top: la prossima Fiorentina dovrebbe ripartire proprio da loro, magari con un contesto diverso intorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. ….bernardeschi, giocatore buono in prospettiva, ma va per i 24….con qualche colpo da campione, lampi di genio a sprazzi, attualmente sovrastimato, ma che deve ancora mangiare tanto, tanto carbone….invece la solita storia fiorentina.

  2. Non c’è feeling semplicemente perché bernardeshi quando ha la palla non la passa finché non la perde

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*