Bernardeschi: “Se ha avuto paura di stare a casa De Rossi figuriamoci io. Bella stagione con la Fiorentina, ora sogno l’Europeo”

Bernardeschi in Nazionale. Foto: Activa Foto

Da Coverciano parla Federico Bernardeschi: “C’era la possibilità che non facessi parte dei 23 ovviamente, essendo il più giovane. Mi rifaccio alle parole di De Rossi, che ha detto di aver temuto l’esclusione; se ha avuto paura un campione come lui, figuriamoci se non devo averla io. Come prendo questa convocazione? L’Europeo per me deve essere un puno di partenza, ho fatto una bella annata ed è il coronamento di un sogno. Qualsiasi calciatore da bambino sogna di arrivare in Nazionale A e far parte di una spedizione così prestigiosa è una soddisfazione grandissima ed un grande orgoglio. Non mi accontenterò di essere stato chiamato, un giocatore ed una squadra devono sognare. E’ giusto che ognuno abbia i propri e deve lavorare per raggiungerli. Uno dei miei sarebbe di vincere l’Europeo ma ce la metteremo tutta. Cosa mi ha detto Conte? Non mi ha mai svelato che mi avrebbe portato, io ho lavorato per questo e l’ho ottenuto, ora lotterò per i prossimi obiettivi. Idoli? Il mio idolo da bambino era Schevchenko mentre come modello cerco di prendere spunto da tutti i campioni che vedo giocare, che per mia fortuna vedo quotidianamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*