Questo sito contribuisce alla audience di

Bernardeschi si presenta alla Juventus: “Trattativa lunga ed emozionante. Gli insulti? Gente malsana”. E avrà il numero…

Federico Bernardeschi è stato presentato dalla Juventus dal ritiro bianconero negli Stati Uniti. Per prima cosa ha mostrato la nuova maglia, con il numero 33 e non 10 come in tanti avevano pronosticato. “La Juventus è uno dei top club al mondo – ha detto l’ex Fiorentina -, rappresenta la storia. La Juve è mentalità, grinta, tenacia, determinazione, e queste cose si sentono. Le prime sensazioni? Molto positive. Anche al mio arrivo a Torino, grazie a tutti i tifosi. Il numero 10? Mi piace ma me lo devo meritare. Il 33 è un numero cui sono legato. La concorrenza fa bene, crea stimoli a me e ai miei compagni, serve per raggiungere traguardi. Ho ricoperto tanti ruoli, sono a disposizione del Mister e dei compagni. La trattativa è stata lunga, bella ed emozionante. Non rispondo a chi mi ha insultato: è parte malsana della società. Ringrazio invece i tifosi che mi hanno augurato il meglio. Questa parte di società sana va seguita, la società malsana va esclusa. Questa parte fa molto più rumore, noi siamo dei privilegiati e non subiamo. Il problema è quando si vanno a colpire persone molto più fragili. La Juve mi ha subito dimostrato fiducia. Buffon? E’ un esempio per me e per tutti. Già due anni fa vicino alla Juve? Interesse bianconero c’è sempre stato ma non si è concretizzato. Quando entri a far parte di una squadra così, ti diverti a giocare. Voglio aiutare a vincere il settimo scudetto. Champions League? Obiettivo semifinale. Il paragone con Baggio? Poco rispettoso nei suoi confronti. La mia valutazione? Si stanno investendo tanti soldi nel calcio e questa è una cosa positiva, sia per il mondo del calcio che per gli appassionati. Qualche anno fa si diceva che erano finiti i soldi nel calcio, ora che si investe bisognerebbe essere più felici, specialmente per giovani italiani che fino a due anni fa non venivano presi in considerazione. Io ringrazio la Fiorentina per quel che ha fatto per me in questi 12 anni. Io devo solamente ringraziarla, ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine. È un ringraziamento di cuore”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

82 commenti

  1. E tu ciai dei problemi dimorto grossi, che un gobbo venga a rompere in un sito di Tifosi viola, sparati, vai a scrivere i siti dove puoi trovare quelli della tua razza.

  2. Sono più toscano di te coglioncione! (Valerio un 65) e mi garba di molto prenderti pe i culo! Tanto siete una squadra e una società da barzellette e perecottari (come dicono a Roma) hai voglia a dire grazie Real te puoi solo guardarle alla TV certe partite e gufare come uno sfigato! Voi potete giocare solo i tornei con il Moena o al massimo il Compiobbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*