Bernardeschi: “Sono orgoglioso di giocare nella Fiorentina, del futuro ne parleremo. Sousa è uno di noi”

Bernardeschi in una fase di gioco. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Pit stop a Mediaset Premium per Federico Bernardeschi: “Sono veramente orgoglioso di giocare in questa perché un carattere così si vede poche volte. Dedica a Sousa? Noi siamo veramente un grande gruppo, Sousa è con noi, ci stimola ogni giorno ed è uno di noi. E’ anche merito suo e noi volevamo fargli sentire che gli siamo vicini. Io in cassaforte? Intanto godiamoci queste feste e pensiamo al presente, del futuro se ne parlerà. Ho letto un po’ di cose anche sulla clausola ma ne parleremo eventualmente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Dario sei malato..e GOBBO..che dici che ci ha creduto che faceva sempre Sempre giocare Tello e ilicic e Chiesa in panchina…SPARISCI DA FIRENZE INSIEME A SOUSA SUBITO GOBBO

  2. Ve la ricordate la Roma di Rudy Garcia ? Vi ricordate il clima che c’era nello spogliatoio fra i giocatori, o una parte di essi e l’allenatore ? Non è Roma tanto meno attrezzata di quella di Spalletti ma se avete memoria la Roma non proponeva nessun calcio, non avevano stimoli dall’inizio alla fine delle partite.

    Non avevano stima dell’allenatore. Ebbene, le parole ma soprattutto i FATTI di bernardeschi e del resto della squadra, eccetto certi inadeguati che conosciamo, dimostrano l’esatto contrario, ovvero stima per Sousa, la voglia di giocare che mettono in campo quando decidono di metterla, perchè gli approcci alle partite è sempre lo stesso, partire male e in salita per poi mostrare il bel gioco che la Fiorentina ha. Ieri col Napoli pur avendo la rosa e i ruoli disposti in maniera convenzionale la Fiorentina ha regalato il primo tempo al Napoli rischiando di prendere anche 2-3 gol. Secondo tempo un cambiamento radicale nelle menti dei giocatori ma non nella rosa e neanche nei ruoli ma in campo c’era un’altra Fiorentina.

    Quindi i ruoli, i giocatori sono tutto e niente a seconda che non ci sia po ci sia la concentrazione e la testa necessaria per vincere o quanto meno disputare una grande gara.

    CHE VI SIA DI LEZIONE A VOI TIFOSI ANTI-SOUSA CHE NON CAPITE NIENTE ! E RINGRAZIATE SOUSA SE OGGI VEDETE GIOCARE E ANCHE BENE RAGAZZI COME BERNARDESCHI E CHIESA E’ SOLO MERITO DI SOUSA PERCHE’ CI HA CREDUTO !!!!!

  3. Berdardeschi quando gioca da attaccante e non sulla fascia è di un’altra categoria! Spero che Sousa lo abbia capito una volta per sempre. Penso non rimarrà a lungo, non penso voglia continuare a giocare per non vincere nulla! È normale che ambisca a ingaggi importanti e ad alzare qualche trofeo che con questa proprietà è impossibile che avvenga!

  4. Bulleri

    batistuta e rui costa sono stati dei miti ma anche Bernardeschi è sulla strada giusta. Sperando che Bernardeschi non vada altrove va ringraziato per i complimenti fatti a Sousa e per il fatto di aver chiarito che lo spogliatoio è con Sousa e questo deve essere capito dalla tifoseria che addita l’allenatore tutti i giorni, non capendo che lo rimpiangeranno. Ognuno fa il suo calcio e Sousa fa il proprio. non è scritto da nessuna parte e tanto meno dimostrabile che fare il compitino che farebbe qualunque allenatore porti più punti alla Fiorentina. Qui il problema è la qualità della rosa che è deficitaria in vari reparti.

  5. Grande berna rimami in viola ..qui ti vogliono tutti bene….almeno i veri tifosi…

  6. Io tifo viola dall’ inizio dell era della valle in poi, del tempo di bati rui mi ricordo poco, ero troppo piccino. In questi 12 anni non avevo mai visto un giocatore forte come berna, si mutu era tanta roba ma non aveva la testa di questo ragazzo, e anche il miglior jovetic era forte ma non così come federico. Il modo in cui aveva ribaltato la partita contro una squadra di alto livello come il napoli fa pensare ad un campione vero. Peccato che quei brodi dietro ci hanno negato la vittoria

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*