Questo sito contribuisce alla audience di

Bigica: “Abbiamo giocatori che possono diventare dei nuovi Chiesa. La qualità non ci manca, e contro l’Atalanta…”

Emiliano Bigica, allenatore della Fiorentina Primavera

Il nuovo allenatore della Fiorentina Primavera Emiliano Bigica prosegue nella sua intervista rilasciata a Radio Bruno Toscana parlando nel dettaglio della sua squadra in vista della prima di campionato in trasferta contro l’Atalanta:”Se ci sono Giocatori come Chiesa in rosa? Secondo me in squadra abbiamo elementi che possono diventare tali. Dico sempre che a fare la differenza è la parte mentale, insieme a quella comportamentale. Marco Meli è dotato di una grande stazza fisica, ha fame, e possiede le caratteristiche per poterci provare. Non per niente Pioli ha speso parole buone per lui. Gabriele Gori lavora quotidianamente a mille all’ora, e ha voglia di arrivare in alto. E’ un giocatore importante, spero lo sia anche a livello realizzativo: il suo DNA dice che vede la porta. Io oltretutto sono dell’avviso che, se c’è un gruppo forte, si esalta anche il singolo. C’è poi Kasse, centrocampista senegalese che deve lavorare tanto, ma si applica e può togliersi soddisfazioni. Poi c’è Hristov, un altro ragazzo importante di questa rosa. Ci affidiamo allo schema della prima squadra, ma più che altro ai suoi principi nella fase offensiva e difensiva. Se si vuole giocare a certi livelli gli stimoli bisogna crearseli anche per strada. In ogni caso c’è chi è più dotato per una caratteristica, e chi per un’altra. I miei giocatori devono cercare di apprezzare quello che stanno facendo col massimo impegno. L’ Atalanta avrà un po’ il dente avvelenato dopo ciò che è accaduto lo scorso anno. Ma io ho visto una Fiorentina di grande qualità, quindi se riusciremo a fare subito gruppo ci toglieremo grandi soddisfazioni. Di portieri ce ne sono sempre stati di valore qui. Cerofolini fa anche il terzo in prima squadra, e al suo posto potrebbe esserci Ghidotti, della Nazionale U18. La società ha fatto un grande lavoro anche su quel reparto. Tra i nostri obiettivi c’è Il raggiungimento dei playoff. Se una stagione è fatta bene, più giocatori vanno con la prima squadra, più io sarò felice”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. La qualità ai giovani viola non manca……….quello che manca loro è un allenatore che si possa definire con quel titolo. Un bidone conclamato ad insegnare? Ma cosa? Forse gingillometria e scienze occulte?
    Figlioccio di Panzaleo e la sua cricca.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*