Bisignano: “Il passato insegna, la Fiorentina saprà sostituire Salah. I viola hanno gestito male la vicenda dell’egiziano”

image

Il consulente e intermediario di mercato, Davide Bisignano, è intervenuto ai microfoni de’ IlSussidiario.net per commentare la vicenda Salah: “Nel 2015 ci si sorprende della mancanza di riconoscenza da parte di un giocatore? Suvvia. Sono un po’ sorpreso, ma dalla mancanza di chiarezza da parte della società. una chiarezza che non doveva esserci oggi, ieri o 15 giorni fa ma a gennaio, quando l’operazione fu fatta. Sorpreso da un atleta, professionista si suppone, che non ha fatto valere non appena conclusa la stagione la possibilità da parte sua di rinnovare, o meno, il rapporto di lavoro con la società attuale. Ma ha aspettato l’ultimo giorno. O, forse, l’evolversi di altre opportunità. Sarebbe bastato un pizzico di chiarezza, da parte di tutti, per evitare una situazione al limite dell’imbarazzante. Se l’addio di Montella ha influito sulla scelta del giocatore? Sfido qualsiasi calciatore con profilo medio-alto a sposare un nuovo ‘progetto’, dopo che un altro quasi perfetto – e per gioco e per risultati – della dimensione Fiorentina è stato accantonato malamente. Spiace dirlo ma in quest’occasione, più che in altre e come ho avuto modo di dire in precedenza, ho visto mancanza di chiarezza e inefficienza della comunicazione da parte della società. L’arroganza non ha mai portato risultati. E’ assurdo pensare che in club dove vi sono 6/7 uomini mercato, quello che dovrebbe essere il vertice massimo (ovvero il direttore sportivo) è tecnicamente l’unico con avente contratto scaduto il 30 giugno scorso. Chi arriverà per sostituire Salah? Confido nella professionalità e nelle capacità di Daniele Pradè. Qualora Salah dovesse partire, sicuramente a Firenze arriverà qualcuno dello stesso calibro. O addirittura migliore. Fu così quando partì Jovetic ed arrivò Giuseppe Rossi, fu così quando andarono via Nastasic e Cuadrado e arrivano Savic e Salah, per l’appunto. E sarà così anche questa volta, ne sono certo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. La società deve crescere. Troppi galli nello stesso pollaio.

  2. Hai visto quella volpe di Sabatini? Da quanto tempo lo corteggiavano? Io credo da quando hanno visto che Gervinho non era più lui. Certo che li sono un po più furbi di noi e i DS bravi se li tengono e quelli scarsi li lasciano andare…..chi vuol capire capisca!

  3. Beh è tempo di calciomercato e ci si può lasciare andare ad ogni genere di illazione: così come un paio di anni fa fece solo bene (e non solo a lui) a JM Vargas rimanere in viola, pensa che sballo se MG33 ritrovasse se stesso e la porta (quella con la rete). E poi siamo così sicuri che piazzarlo ora sia così conveniente? I quasi 16 mio pagati due anni fa, non te li caccia nessuno: è già tanto se te ne danno 10. E allora? Proviamo a dargli una mano. Ammetto di essere uno dei pochissimi che ancora lo vorrebbe; in fondo prima del 12 luglio 2013, faceva rete una partita si e una no.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*