BISONTE, ovvero l’unico viola che non va

FOPPAPEDRETTI BERGAMO-IL BISONTE FIRENZE 3-0 (25-14, 25-19, 25-14)

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori ne, Plak 15, Frigo ne, Gennari 6, Cardullo (L), Aelbrecht 12, Paggi 9, Barun-Susnjar 15, Lo Bianco 5, Mambelli ne, Sylla ne. All. Lavarini.

IL BISONTE FIRENZE: Perinelli 1, Ninkovic 4, Mazzini, Turlea 10, Negrini 8, Van De Vyver 2, Parrocchiale (L), Vanzurova 3, Pietrelli, Calloni 5, Martinuzzo 1. All. Vannini.

Come nei peggiori incubi, il trittico di tre gare in una settimana si chiude come era cominciato e come era proseguito per Il Bisonte (che è sceso in campo in maglia viola, stile Fiorentina), ovvero con una sconfitta, la terza di fila: la prestazione della Foppapedretti Bergamo è stata impressionante, e la sua vittoria è stata meritata, mentre Firenze, a tratti, è apparsa impaurita, vittima di un momento negativo che l’ha portata in una specie di buca, e un dato su tutti, le dieci battute sbagliate, è lì a dimostrarlo. Le potenzialità per uscirne però ci sono tutte, e l’impressione è che serva soltanto una scintilla per svoltare e tornare la squadra vista contro Piacenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA