Questo sito contribuisce alla audience di

Bojinov: “Milekovic è una bestia, fuori categoria per l’età che ha: brava Fiorentina. Ecco cosa mi diceva Vlahovic invece…”

Oltreché ex attaccante viola, Valeri Bojinov è reduce anche dall’esperienza al Partizan Belgrado, da cui la Fiorentina preleverà il duo Milenkovic-Vlahovic. A calciomercato.com il bulgaro ha parlato così del doppio affare viola: “Sapevo che Corvino li stava seguendo. Il direttore con i giovani non sbaglia mai, se chiuderà questo doppio colpo secondo me troverà due prospetti di assoluto valore. La Juve era su Milenkovic? Verissimo. Lo seguivano, hanno uno scouting fenomenale con Ribalta a capo della struttura osservatori. La Juve conosce molto bene Milenkovic ma evidentemente ha fatto altre scelte sul più bello. Milenkovic gran colpo? Per me assolutamente sì. Fisicamente è una bestia, una vera e propria belva. Per l’età che ha è fuori categoria, fortissimo. Bisognerà essere bravi nel percorso, mettergli accanto un difensore esperto che lo segua, dargli spazio per crescere. Il calcio italiano è la miglior scuola possibile per Milenkovic, per me la Fiorentina è stata bravissima, o meglio lo sarà se dovesse chiudere questa doppia operazione. Vlahovic? Giovanissimo ma con una personalità micidiale. E’ un classe 2000, eppure appena ero arrivato al Partizan lui a 15 anni mi diceva: ‘Sono il nuovo Ibrahimovic, l’Ibra dei Balcani’. E giocava senza paura, sempre con personalità. Non bisogna fargli montare la testa, bisogna seguirlo bene; il talento non gli manca. Se li prende, la Fiorentina fa un ottimo affare. Se sono in contatto con Corvino? Sì, ho sentito il direttore e suo figlio Romualdo che è stato a lungo mio procuratore. Mi aveva aiutato a cercare qualche opportunità in Cina, non se ne è fatto nulla; adesso ho trovato il Meizhou, sono contento e li ringrazierò sempre. La famiglia Corvino mi ha ‘adottato’ dai tempi di Lecce”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Se Vlahovic ha detto veramente quello di sè stesso, è un’ottima ragione per lasciarlo dov’è

  2. Tanta pubblicità prima di averli presi, il solito difetto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*