Borja sì, Borja no: le soluzioni di Sousa

Borja Valero Roma

Dopo le prime sensazioni quasi drammatiche, anche in virtù delle immagini televisive, Borja Valero ha invece mandato segnali positivi relativamente allo status della propria caviglia. Intanto la mancata necessità delle stampelle e la possibilità di camminare dunque con le proprie gambe, poi il post di ieri in cui ha annunciato la propria carica in vista del recupero. Un recupero che resta ancora difficilissimo in vista della gara con la Juve ma per il quale il centrocampista viola si sta impegnando al massimo con la fisioterapia. Presupponendo un centrocampo a tre allo Juventus Stadium, le alternative di Paulo Sousa si chiamano Mati Fernandez e Carlos Sanchez: più integrato il cileno, anche se con pochissimi minuti in questo precampionato, più pronto fisicamente forse il colombiano, che però non ha praticamente mai giocato con i compagni. In entrambi i casi, a meno di un cambio di modulo, una situazione critica per affrontare i campioni d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Il colombiano in mediana e Vecino più avanzato

  2. Forse la sorte ci viene in soccorso, l’assenza di Borca consente l’impiego di Sanchez in copertura e chissà che dopo Messi e Njmar non riesca a fermare anche Dibala. In avanti con Bernardeschi, Rossi e Kalinic, di meglio non abbiamo.

  3. Berna al posto di Valero , oppure Chiesa che sarebbe sempre meglio di Mati.

  4. Barbareschi al posto di Borja e Tello al posto di Barbareschi . Il resto come Sabato sera. Per ora non c’è di meglio.

  5. Sanchez è meglio. Comunque mi sembra che Sousa ancora non sappia come far giocare la viola indipendentemente dal fatto che manchino dei giocatori ed, inoltre mi sembra che voglia solo giocatori di un certo livello e questo è sintomo della “non voglia”, dicamo così, di provare giocatori giovani.

  6. Mati e’ un giocatore inutile….Da cedere subitaneamente!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*