Borja Valero: “Senza obiettivi né limiti, dobbiamo una Coppa a noi e a Della Valle. Siamo tutt’altro che tristi”

borja-valero-salah

Borja Valero continua, sempre a La Gazzetta dello Sport, a parlare del calcio italiano e degli obiettivi viola: “Ha bisogno di nuovi investitori, è giusto accogliere queste novità senza paura. Però sono felice che alla guida della Fiorentina ci sia una grande famiglia italiana che vuole far crescere il progetto viola. L’obiettivo della FiorentinaNon amo i pronostici. Vorrei rivedere in campo la Fiorentina dei primi cinque mesi dello scorso campionato. Nessuno ci dava un soldo e siamo arrivati in zona Champions League. Poi, siamo crollati in maniera strana. Ripartiamo da quell’idea calcistica senza porci né obiettivi, né limiti. Il sogno è restare in Europa e vincere una Coppa. Lo meritano i Della Valle. E lo meritano tutti quei giocatori, io in testa, che non hanno mai conquistato un titolo in carriera. Fiorentina descritta come una squadra triste? Niente di più falso. Siamo allegri e determinati”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. questa determinazione la vogliamo vedere in campo!! pensiamo una gara alla volta e niente scuse!! testa a vincere domani contro il milan!!!

  2. Inter,Milan e Roma hanno potenzialità enormi per competere su tutti i fronti…Napoli e Lazio gestite da presidenti tifosi possono al massimo vincere la Coppa Italia ( come già successo in passate stagioni)… Il Bologna straniero è migliorato moltissimo… Fanalino di coda: la Fiorentina gestita da un indolente proprietà che fattura 965 milioni di euro annui per la Tod’s e non ci fa vincere una sega da 15 anni…Ti basta Stefano?

  3. Stefano , bè dire che c’è solo il Napoli nel contendere lo scudetto alla Juve mi sembra che ti sei dimenticato della Roma che possiede una rosa di tutto rispetto e in quanto a società in mani straniere all’estero basti vedere il City il Chelsea il M. United e in Francia il PSG per capire che se arrivano gente con denari ma veri ben vengano i compratori stranieri e in Italia non so il Milan ma l’Inter ha una proprietà facoltosa basti pensare che dopo Gabigol e Joao Mario voleva prendere James Rodríguez dal Real di sicuro questa proprietà parla con i fatti non come la nostra con le parole.

  4. Ah,per completare il post precedente,mi ero dimenticato di inserire anche la Lazio tra quelle in mani italiane che non sono certo inferiori alle squadre presiedute da stranieri.

  5. LUCA,quali sarebbero le società italiane in meno straniera che danno l’idea di vincere? La Champion la potrà vincere forse solo la Juventus,che non è in mani straniere,le altre non c’è bisogno neppure che ci provino,per lo scudetto c’è soltanto il Napoli che può toglierlo dalle maglie bianconere,e non è in mani straniere,(se pensi all’Inter,risentiamoci tra qualche mese),in Europa League se l’Inter fa un altro mezzo passo falso,non supera neppure il girone di raccattati che gli è toccato. Inter,Milan,Roma,Bologna,sono queste le società in mani straniere. Quale di loro ti dà l’impressione di essere all’altezza di vincere? Io dico che Juventus,Napoli,Fiorentina,Sassuolo,hanno almeno le stesse possibilità di quelle che ti ho scritto prima,e sono tutte presiedute da italiani,poi fai un po’ te.

  6. Tutte le società di calcio italiane affidate a proprietà estere danno concreti segnali di essere al altezza per vincere… Lo sarà così anche per laFiorentina quando i DV si decideranno a cedere la proprietà

  7. Nessuno ha detto che siete tristi, non avete gioco e vagate al piccolo trotto nel vostro spazio di gioco cercando un eventuale compagno libero.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*