Questo sito contribuisce alla audience di

Bravetti a FN: “A Pioli sfuggì di mano la situazione generale della Lazio. La spaccatura tifosi-proprietà in atto a Firenze è molto simile a quella vissuta a Roma”

In vista della gara di domani tra Lazio e Fiorentina in programma all’Olimpico, Fiorentinanews.com ha voluto conoscere in esclusiva il parere e le impressioni su vari argomenti che legano le due squadre da parte di chi vive la piazza biancoceleste da molto vicino, come Elena Bravetti, redattrice di LazioNews24.com:

Bravetti, come hanno fatto a suo avviso, Lotito e Tare a colmare il gap con la Fiorentina e superarla di slancio nel corso dell’ultimo anno e mezzo? Non si trattava di un gap tecnico, i problemi della Lazio sono nati da una spaccatura interna allo spogliatoio. Infatti, in quella rosa c’erano giocatori che poi sono stati venduti a buon prezzo: Candreva (24 milioni), Keita (35), Biglia (20) etc. La Lazio, inoltre, può contare su un ottimo direttore sportivo, che è riuscito ad acquistare – rispettando il budget del club – giocatori di qualità, desiderati da molte big europee che, con la maglia biancoceleste, hanno moltiplicato il proprio valore. Inoltre, il vero riconoscimento da fare a Lotito è sicuramente l’aver puntato, un po’ per scelta ed un po’ per necessità, su Inzaghi, allenatore in grado di ricompattare un gruppo per troppo tempo disunito.

Pioli in una recente intervista ha dichiarato che secondo lui la spaccatura tifoseria-proprietà in atto a Firenze è un po’ come rivivere lo stesso film visto alla Lazio. Lei è d’accordo su questo? Siamo ormai abituati ad assistere ad episodi di questo tipo. Lotito ed i tifosi erano arrivati ad un punto di non ritorno, per poi giungere ad un compromesso che ha decisamente raffreddato gli animi, andando a giovare sulla squadra stessa. La Fiorentina sta vivendo una situazione simile. La squadra è, infatti, da qualche anno lontana dalla zona Europa ed, oltretutto, nell’ultima sessione di mercato, ha venduto i pezzi pregiati, inimicandosi la tifoseria.

Si è parlato anche nei giorni scorsi di uno scambio Babacar-Djordjevic tra viola e biancocelesti? Quanto può essere percorribile questa pista? La Lazio ha davvero bisogno di un profilo come Babacar? Babacar è una punta che per caratteristiche tecniche e fisiche potrebbe essere l’innesto giusto per completare l’attacco biancoceleste, già composto da Immobile e Caicedo. Djordjevic è attualmente fuori rosa. Dopo una prima stagione in cui aveva fatto vedere delle cose positive, non ha trovato più fiducia e spazio nella formazione della Lazio. La Fiorentina potrebbe essere una piazza in cui tentare di rilanciarsi, anche se per ora non è arrivata nessuna conferma riguardo all’affare.

Prima dell’arrivo di Pioli a Firenze era spuntato tra i tanti anche il nome di Inzaghi per la panchina viola. Qual’è il suo giudizio attuale su entrambi i tecnici? Inzaghi ha sorpreso davvero tutti. Nessuno si sarebbe aspettato un allenatore così giovane ma così all’altezza, pronto per una grande squadra. Pioli è un tecnico preparato, sa fare bene il suo lavoro ed anche con la Fiorentina sta riuscendo nell’arduo compito di mettere insieme in modo armonioso i ‘veterani’ ed i tanti innesti dell’ultima sessione di mercato. Anche con la Lazio ha fatto davvero bene, salvo poi non confermarsi alla sua seconda annata in biancoceleste. Ma, anche lì, ci sono stati tanti fattori – come lo stesso clima di instabilità tra tifosi e club – che hanno condizionato la sua situazione. Un punto su cui dovrebbe lavorare è il carattere: Pioli ha dimostrato di far bene se i giocatori lo seguono; nel caso in cui – invece – perda il controllo non ha il carattere abbastanza forte per riprendere in pugno la situazione.
La Lazio deve riscattarsi dopo il derby e ospita una Fiorentina che in tre giornate ha raccolto soltanto un punto. Che partita ti aspetti? Quali sono i punti di forza dei viola e che la Lazio deve temere secondo te? Entrambe le squadre entreranno in campo con voglia e determinazione nel portare a casa i tre punti. La Lazio deve archiviare definitivamente la dolorosa sconfitta nel derby. La Fiorentina, invece, vorrà rifarsi dopo le ultime tre partite che gli hanno fatto ottenere un solo punto. Si affronteranno a viso aperto, sarà una bella gara! Simone Inzaghi dovrà trovare il modo per arginare Chiesa e Simeone, due giovani di prospettiva che, con la loro velocità, potrebbero creare problemi alla retroguardia biancoceleste. Il primo è un esterno rapido e tecnico, che non ha problemi a dare una mano in fase difensiva; il secondo è un vero centravanti, segna moltissimo ed ha ereditato dal padre carattere e caparbietà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*