Breve ma intensa: una convivenza che sa di futuro

E’ durata quattro minuti, più recupero, la permanenza contemporanea in campo dei due Federico, Chiesa e Bernardeschi, e di Khouma Babacar: sono i tre calciatori lanciati concretamente dal settore giovanile. Una novità piacevole e che va aumentando di intensità e numero, rispetto ai trend degli ultimi anni. La Fiorentina ha bisogno di risorse create in casa e soprattutto di italiani e il finale di partita di ieri apre uno spiraglio interessante per il futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. La Fiorentina viene spesso accusata di avere quasi tutti stranieri in squadra,come ha fatto Moggi pochi giorni fa.Nessuno fa notare però che sta sfornando due giovani italiani di grande talento.Questo dimostra che i troppi stranieri sono un impedimento fino ad un certo punto;quando c’è la classe si riesce ad emergere comunque,l’importante è avere allenatori in grado di riconoscerlo il talento.E sotto questo aspetto sarebbe un peccato perdere Sousa,al di là dell’interpretazione dei ruoli dei giocatori,che può mutare col tempo,come dimostra il caso Bernardeschi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*