Questo sito contribuisce alla audience di

Brovarone a FN: “Tra Montella e la società qualche battutina e incomprensione di troppo. A gennaio però servono queste pedine…”

BrovaroneDai problemi della rosa alle possibili soluzioni da trovare nel mercato di gennaio: una finestra che si preannuncia caldissima, soprattutto in uscita. Anche in entrata però la Fiorentina farà qualcosa e con Bernardo Brovarone abbiamo parlato delle esigenze della squadra di Montella.

Quali lacune copriresti in questa Fiorentina, quali sono le priorità?
“Il mercato dipenderà molto dalla disponibilità: secondo me servono un giocatore di fascia destra, di lunga percorrenza, sicuramente una seconda punta di grande qualità e un difensore centrale, perché Hegazi è stato bocciato e Richards sta confermando tutte le problematiche che ha sempre. A metà campo in futuro si dovrà rimediare ad un arrivo come quello di Badelj. Le priorità però sarebbero una seconda punta, goleador, per dare una mano a Gomez e possibilmente l’esterno destro”.

Come si spiegano operazioni come quella di Badelj ad esempio?
“Secondo me è questione di mancata sinergia sul mercato tra allenatore e società: la società non era nella condizione di poterlo accontentare, dopodiché alcune scelte sono state fatte anche al di fuori del comparto tecnico. Un presidente esecutivo si è preso la bega di fare qualcosa che non rientra nelle sue mansioni, operando anche in modo distinto dalle preferenze dell’allenatore”.

Le problematiche da risolvere non sono solo tecniche quindi…
“Penso che l’atmosfera e l’ambiente a inizio anno siano stati un po’ avvelenati da qualche situazione non più così fluida e serena come nei primi due anni di Montella. L’inizio di queste problematiche è coinciso con le richieste di Montella riguardo ai rinforzi di grande livello che sarebbero serviti alla Fiorentina; la società ha risposto in modo differente, non apprezzando neanche tanto queste richieste e lì si è inceppato qualcosa. Non è la prima volta che accade e i Della Valle vogliono essere protagonisti ed al centro dell’attenzione, rispettati dai loro dipendenti. Se i rapporti si incrinano cominciano le frecciatine, le battutine, e anche ciò ha causato la sofferenza di inizio stagione. Poi ho l’impressione che qualcuno abbia capito cosa stava succedendo e siano state messe delle toppe”.

Qualche screzio di troppo quindi tra Montella e la società?
“Se c’è un aspetto da sottolineare in positivo è che siamo comunque nelle mani di una società organizzata e seria, particolare, perché la famiglia Della Valle ha dato come la sensazione di non voler entrare definitivamente nel mondo calcio. Loro hanno interessi a mantenere la squadra a livelli importanti però poi quando c’è da buttarsi per fare il salto definitivo, che porterebbe trofei e aumento di investimenti, non vogliono correre il rischio. O quantomeno vogliono provare a conquistare trofei con operazioni sagge e non folli, sfruttando capacità di chi compra. Questo rappresenta naturalmente un qualcosa di molto complicato”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. E’ palese che tanti pseudo viornalai sfruttano il nome della Fiorentina per farsi pubblicita e sono convinto che tanti di questi non sono tifosi viola con tutti gli sbagli che possono aver fatto teniamoci stretti i DV basta guardare cosa offre il panorama pallonaro sosteniamoli e se glielo permetteranno costriranno finalmente uno stadio degno della nostra città

  2. Ultime notizie: Muriel vicino alla Samp. …meglio non dire altro

  3. E speriamo non continui a ricomparire fino all’anno nuovo questo pezzo. Vabbe’ che fino alla befana o si sparano nomi random per il mercato o ci si parla addosso…

  4. Roro invece Miha e un bravo allenatore?fagli allenare un top team e poi se ne riparla….
    su altrecondiderazioni concordo….ma dimmi in quante societa e l allenatore che fa la campagna acquisti

  5. Hanno ragione Aldo e l’omino di ferro,se c’è qualcuno che non ha mai fatto mancare l’apporto sono i fratelli Della Valle.
    Montella è incompatibile con Pradè,hanno visioni diverse,uno dei due se ne deve andare alla svelta prima di mettere la Fiorentina nella cacca!
    Oltretutto per me Montella va troppo a simpatie non ha saputo rivalutare nessuno:
    Joaquín in forma faceva panchina,Marcos Alonso l’hanno rivalutato gli inglesi
    Vargas era già forte aveva solo problemi personali,
    Rossi lo stesso era già forte,Babacar l’ha rivalutato il Modena e potrei continuare,Quadrado non ha più voglia di Fiorentina,Neto lo stesso,Borja Gonzalo e Pizzarro erano già leader..fate voi.
    Montella dovrebbe imparare da Sampodaria,lui è bravo con i giocatori forti e basta; gli hanno comprato giocatori da rivalutare e ha fallito ed è stato anche lo sbaglio della dirigenza.

  6. Comunque tutti comprano tutto, addio 3 posto…solo noi siamo fermi e facciamo di una trattativa sempre una telenovelas

  7. L'Omino di Ferro

    Con i 30 milioni che Adv metterà quest’anno salgono a 210 i milioni messi dalla famiglia Della Valle nella Fiorentina in 12 anni. Se Brovarone ha qualche amichetto che è in grado di metterne di più ce lo porti, altrimenti la finisca con questa tiritera che porta avanti da mesi e che avvelena l’ambiente dei tifosi soprattutto. Per la cronaca, uno come De Laurentiis non ha mai tirato fuori un euro di tasca sua … purtroppo il Napoli ha molte entrate più delle nostre.

  8. è solo 15 volte che pubblicate questa intervista, manco parlasse l’oracolo di delfi

  9. Per Giacomo. Mancini, Zanon, Bangu, Diakhate, Capezzi, Baba, Bernardeschi, Minelli. Non abbiamo mai avuto dei giovani così forti. Non andrei a prenderne altri. Vorrei però un allenatore che li sappia valorizzare.

  10. Certo questo provarone l’è propio bravo un so i cHe fa nella vita, un so se l’è unto da i signore ma le sa tutte!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*