Bruno: “Si segue la Fiorentina perché brucia qualcosa dentro, Firenze mi ha stregato”

A Viola Week de La Nazione, il doppio ex di Fiorentina e Torino, Pasquale Bruno: “Con la maglia del Torino ho vissuto le mie stagioni più appassionanti. Il Torino è passione. Il Torino è il calore dei suoi tifosi, della sua gente. Sì, proprio come la Fiorentina. Come Firenze. Quando giochi per queste due squadre capisci che il mondo del pallone è fatto anche di sensazioni di questo tipo. Non faccio nomi, ok? Ma è chiaro che altrove si fa il tifo solo perché si è vinto o si vince questo o quel trofeo… Toro e viola, invece le segui perchè hai qualcosa dentro che ti brucia…. A Firenze sono arrivato che non ero più un ragazzino e con grande sincerità devo dire che forse ero già distratto da altre idee professionali. Ero un po’ distratto all’inizio. Pensavo all’Inghilterra, a quel calcio. Poi… Firenze mi ha stregato. Ho capito che avrei vissuto una stagione bellissima. Ricordo ancora quando andavo a portare i bambini all’asilo, quanti genitori-tifosi mi facevano sentire il loro affetto. Il loro amore per la maglia viola. Quella Fiorentina era una super squadra. Eravamo in B ma c’erano Batistuta, Effenberg, Toldo, Baiano…che gruppo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. La Fiorentina di cui parla Pasquale Bruno aveva un valore tecnico doppio di quella attuale ,nonostante militasse in B

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*