Bucchioni: “Sousa mi sta sorprendendo, non pensavo che arrivasse a questo livello dopo così poco”

A Radio Bruno Enzo Bucchioni elogia la nuova Fiorentina di Paulo Sousa, in vista della sfida di campionato con l’Atalanta: “Credo che ormai l’ambiente sia maturo per andare ad affrontare queste situazioni, il problema avvolge i tifosi ma è normale e bello che sia così. Se l’ambiente è euforico per il primato ci sta e l’accoglienza calda che ci sarà domenica sera può solo stimolare la squadra. Non credo che i giocatori viola sbaglino l’approccio per la prima posizione in classifica, anche perché di quelli che hanno giocato ieri ce ne saranno pochi. Mi sta sorprendendo l’allenatore perché in pochi mesi sta trasformando la squadra da un gruppo di pochi ad un gruppo di tutti. Anche tatticamente sta facendo cose interessanti, con degli attaccanti che si rendono disponibili a fare gli incursori di fascia, spendendo tanto o lo stesso Suarez che si adatta a centrale difensivo sono le cose che mi sono piaciute di più. C’è un lavoro di base che coinvolge tutti. Le grandi squadre sono così: quando togli uno e metti un altro non cambia niente. La Fiorentina di ieri sera mancava di otto di coloro che hanno vinto con l’Inter ed ha reso allo stesso modo. Non pensavo che dopo così poco tempo si arrivasse a questo livello. Secondo me domenica Sousa tornerà ai tre difensori classici mentre a centrocampo Badelj e Vecino sono intoccabili; penso che possa rifiatare Alonso ed al suo posto potrebbe esserci ancora una volta Bernardeschi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Suarez centrale difensivo spero solo che sia solo in caso di emergenza. Lo dico non perché sia scarso, ma perché un centrocampista adattato difensore prima di imparare i movimenti dei difensori di ruolo ce ne mette di tempo! Hai voglia di vedere quanti gol si prenderebbero per una diagonale sbagliata od una risalita della linea difensiva per mettere in fuorigioco gli attaccanti. Ma per favore.

  2. Il berna al posto di Alonso?? OCCHIO:loro hanno due peperini alti un soldo di cacio ma insidiosi(Papu e Morales).Uno lo asfalta Roncaglia,ma l’altro? Inoltre,dopo,c’e’ la sosta,cosi’ rifiatano,e poi da CAPOLISTA a Napoli….!!

  3. Teniamoci stretto questo piccolo Re Mida del calcio più a lungo possibile… Grande Paulo! FV

  4. È facile allenare Real Madrid, Barcellona o Bayern Monaco con tutti quei fenomeni che possono risolvere la partita in qualsiasi momento, il difficile è allenare una squadra definita dai media mediocre e fare questi risultati, il segreto del mister è mettere i giocatori nei ruoli giusti, perché in effetti la Viola ha dei giocatori fortissimi, una mediana e centrocampo duttile ed aggressiva che non dà respiro agli avversari e per finire sa gestire la partita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*