Questo sito contribuisce alla audience di

Bucchioni: “Per Pizarro e Aquilani la strada per il rinnovo è ancora lunga, se Ilicic va via arriva un altro attaccante”.

Enzo Bucchioni è intervenuto a Radio Blu rilasciando qualche dichiarazione sugli argomenti del giorno: questo sono le sue parole.

Sull’uscita della Roma dalla Champions:” La Roma non sta bene fisicamente, ma la causa è mentale: ha pagato il doppio fronte Campionato-Champions League. Poi c’è anche una questione legata all’allenatore: lo vedo meno lucido dell’ano scorso, si è romanizzato un po’ troppo. Mi piaceva più al debutto, quando era più francese: anche mediaticamente non mi piace, ieri sera dopo la partita non può dire che questa squadra ha bisogno di innesti”.

Sul rinnovo di Neto: “Io l’avevo già anticipato, i segnali erano chiari e importanti già dai giorni scorsi: una trattativa del genere è lunga, non può essere sbrigata in cinque minuti. La società è convinta dei sani principi di Neto e si sarebbero sorpresi anche loro se non avesse rinnovato. Se in futuro crescerà ancora, potrà andare in una grande squadre”.

Sui possibili rinnovi di Pizarro e Aquilani: “Per il Pek conta anche l’età, deve solo decidere se continuare a giocare in Italia o tornare in Cile. Su Aquilani so che il giocatore vuole tre anni, mentre per ora la Fiorentina ne offre due. Ha superato i trenta anni, l’eventuale addio sarebbe meno grave rispetto a quello che poteva essere quello di Neto.”

Su Ilicic:” Le dichiarazioni di ieri di Montella sono di facciata: se va via l’allenatore ha una carta da giocare in meno. Ilicic vorrebbe giocare di più ed è scontento, se dovesse trovare una squadra che può valorizzarlo sarebbe giusto dargli l’opportunità di giocare. Conviene a tutti darlo in prestito: è chiaro che a quel punto Montella voglia un’alternativa, anche se prima c’è da liberarsi degli esuberi”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Se parte Ilicic arriva un’altra punta? Con l’aria che tira, i prezzi che girano e la qualità (scarsa) della merce esposta, visto anche il giovane Minelli di ieri sera in E.L. “all’esordio in 1° squadra”, i rinforzi in attacco saranno appunto Minelli, Gondo e forse il ritorno di Rebic. Molto meglio loro di gente come Giovinco. Ovviamente in attesa della guarigione di Baba, Berna, Rossi e…. aspettando sempre Godot, cioè Mario Gomez.

  2. L’addio di Aquilani nn è grave perkè ha superato i 30? A parte ke ne ha 30 e 5 mesi perkè è del Luglio 84, ma il Pek quando arrivò 2 anni fa, nn ne aveva forse 33? Il Pek 35 anni, pieno di acciakki ke gioca metà delle partite, deve solo decidere se restare in Italia o tornare in Cile x rinnovare, Aquilani a 30 anni e fisicamente integro, invece può andare? Oh Bucchioni sei te poco lucido, altro ke Garzia.
    PS. La mattina a colazione cappuccino con cornetto e nò caffè corretto con grappa!

  3. Garcia meno lucido dell’ano scorso è bellissima!

  4. ANCHE SE RESTA……..!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*