Bucchioni: “Sousa non salta anche in caso di k.o. a Bologna. Conte dopo un pareggio con il Crotone avrebbe ‘torturato’ i suoi”

A Radio Blu Enzo Bucchioni analizza il momento viola, a poche ore dalla sfida con il Bologna: “Ci vuole calma, è vero che la Fiorentina non è in zona Europa League ma non è neanche lontanissima. Ci sono squadre davanti che sono destinate a ridimensionarsi. La situazione non è drammatica, non credo che anche in caso di sconfitta di oggi si imponga il cambio di allenatore. Poi Corvino non è uno che ama cambiare gli allenatori, credo che faccia e farà resistenza su Sousa perché dal punto di vista calcistico c’è stima. Però bisogna vedere una reazione e questo test di quattro partite, più due di Europa League saranno determinanti. Mi auguravo che dopo Cagliari, anche se la Fiorentina non mi era piaciuta così tanto, ci fosse una crescita e invece contro un avversario come il Crotone, che marcava stretto i calciatori di Sousa, si è tornati indietro. Il problema è la trasmissione degli stimoli, i calciatori i giornali li leggono e le parole di ieri le hanno sentite. Io ho un’altra idea di allenatore: magari Conte avrebbe aspettato i calciatori alle 7 il giorno dopo a Vinovo o li avrebbe comunque ‘torturati’ in qualche modo. Addirittura stavolta sono partiti in treno il giorno stesso per Bologna, mentre questa squadra avrebbe bisogno di unione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Sousa ha risposto ad una domanda della Ciullini -“si aspetta dei rinforzi a gennaio?” Ma cosa doveva rispondere? Si? No? Ha detto che è diventato realista (in pratica non si aspetta rinforzi). C’è qualcuno che si aspetta acquisti importanti? È un sognatore (o meglio un illuso). Anche io sono realista e non mi aspetto niente anche se continuo a seguire e tifare la squadra con affetto.

  2. queste sue irresponsabili provocazioni hanno solo lo scopo di farsi esonerare. Se così non fosse vuol dire che si è ormai bevuto il cervello. In ogni caso la società non può esimersi dall’intervenire anche perché ormai siamo stufi delle sue supercazzole

  3. Se, come raccontato da Bucchioni, Sousa si era dimesso a gennaio, perche’ e’ stato confermato? Perche’ abbiamo una societa’ ridicola, con un presidente operativo part-time, che capisce poco o nulla di calcio, con DDV che non mette 1 eurito uno, stendiamo poi un velo pietoso su Andreino……ps 15 anni e zero tituli!…..Via i ciabattini da Firenze!!!

  4. Ieri, alle dichiarazioni di Sousa(prima sognavo, adesso sono più realista) è scoppiato un polverone, network impazziti, radio e commentatori che esprimevano la propria opinione; bene, le parole di Sousa sono intese come un attacco alla società o hanno un’altro significato? Sousa sa benissimo quali sono i progetti della società, non credo che abbia fatto un contratto a scatola chiusa, quindi conosce la situazione…se non condivideva, poteva dimettersi, non è obbligato a restare e se non lo ha fatto, vuol dire che accetta quanto avviene. Le sue parole quindi mi sembrano fuori luogo, anche se esprimono un suo sentimento interiore…essere realista è quello che lui deve essere, allenare con il massimo impegno e pretendere il meglio dai giocatori, i sogni li lasci ai tifosi…non si sa se, in separata sede, Sousa strigli i suoi giocatori, ma dovrebbe farlo, anche sul campo e pretendere il massimo…se poi i suoi errori sono nell’ipostazione della squadra e nel ritmo del gioco, allora qui si entra nel valore dell’allenatore…

  5. Vincere e basta. Pensare solo a questa partita senza scuse. Sousa creda nella squadra e loro abbiano convinzione nel lavoro e credano nella vittoria come l’anno scorso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*