Bucciantini: “Il riparlare di programmazione è una debolezza sconfinata. Il dramma della Fiorentina è che sono in vacanza da due mesi”

Paulo Sousa in primo piano. Foto: Activa Foto.

Marco Bucciantini, giornalista de L’Unità, ha parlato a Radio Blu: “L’asse offensivo Pasqual-Toni ha fatto sognare per molto tempo la Fiorentina, contro il Milan nel 2006 furono devastanti. In quella stagione i viola tornarono tra le prime della classe grazie proprio a questi due giocatori. Paulo Sousa? Tutti questi discorsi da anno zero fa capire qual è la difficoltà di una società che ormai dovrebbe avere esperienza. Il riparlare di programmazione è una debolezza sconfinata, una società dovrebbe fare qualcosa in più ogni anno e non ripartire sempre da zero. Il dramma di questa Fiorentina è la vacanza che si sono presi all’interno di questa stagione: il campionato viola è durato solo cinque mesi e gli ultimi due mesi non possono passare lisci. Anche Paulo Sousa deve dare di più: è da gennaio che pensa al futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Alessandro, Toscana

    Franco4, è ovvio che la colpa pricipale è di una proprietà e società assente, al netto degli errori di Sousa, ma dimmi quando ti pagano i DV x difenderli sempre?
    Sei uno schiavo o un servo? Sai c’è differenza tra i 2 ruoli !

  2. Alessandro, Toscana

    Tomasetti… qui l’ottuso che farnetica sei te, e si vede che non hai mai giocato nessuno sport. La motivazioni e la presenza costante di dirigenti e proprietà sono fondamentali!
    Nella Gobbentus i giocatori sono tenuti sempre sul pezzo dalla società, e se sgarrano sono c…. x loro. Qui non c’è nessuno a farlo, un allenatore deve avere le spalle coperte della società! Ma ovvio che non ci arrivi… Q.I. a – 20…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*