Buffon vuole Bernardeschi alla Juventus

Buffon Bernardeschi

Federico Bernardeschi vede bianconero: una frase che non farà sicuramente piacere ai supporter della Fiorentina che ieri sera, nonostante la sconfitta, hanno potuto ammirare l’eleganza e la voglia di mettersi a disposizione della squadra del classe ’94, numero 10 della Viola. Un numero importante, perché vestito anche da Roberto Baggio, a cui in molti lo assimilano, più per la serie di ricorsi storici che per il modo di giocare: il passato lo vide vicino al trasferimento a Torino, il presente lo vede avversario dei bianconeri, il futuro lo vedrà obiettivo di mercato della Vecchia Signora. L’abbraccio con Gigi Buffon, suo compaesano visto che sono nati entrambi a Carrara, esplica non soltanto un’amicizia esterna al campo, ma forse anche la voglia del portierone della Nazionale di averlo come compagno di squadra: “Partita splendida ed elettrizzante: uno spettacolo per tutti i tifosi e gli appassionati di calcio. Due squadre da sempre rivali in campo. Una sfida tra avversari che non si sono mai arresi. Ma l’amore per ogni sport sta sempre tutto in un abbraccio e nel rispetto reciproco”.

FUTURO BIANCONERO? – L’ex Crotone, cresciuto nel vivaio della Fiorentina, ha giocato una grande partita, realizzando il gol del vantaggio della viola, poi annullato per un abbaglio dell’arbitro. E’ stato comunque per tutto il corso dell’incontro il più pericoloso e attivo della squadra di Firenze: sotto la guida di Sousa ha avuto una crescita esponenziale. Bernardeschi va in scadenza nel giugno 2019, dopo il rinnovo dell’estate, ma la Juventus ci proverà.

BUFFON L’ESEMPIO – Le parole del classe ’94, a fine partita, testimoniano una grande ammirazione per il numero uno bianconero: “L’abbraccio con Buffon? Gigi per me è un esempio sia come calciatore che come uomo. Ho un bellissimo rapporto con lui e ne sono onorato.” Che sia la dedica per un futuro compagno? Conoscendo la passione della Vecchia Signora e del suo capitano per i giovani italiani di belle speranze, non è assolutamente da escludere.

Fonte: Calciomercato.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Il fatto che Bernardeschi o Ilicic o Kalinic o Vecino rimangano o cambino squadra dipende sempre da quanto è solida una Società e dalla voglia di vincere e ambizione che nutre.

  2. Per Rugani e Zaza ve lo diamo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*