Cacia: “Troppo presto in A con la Fiorentina. E poi se becchi uno come Toni”

ToniHellaVerona

Portato alla Fiorentina durante i primi anni dell’era Corvino, adesso Cacia continua ad essere mr gol della serie cadetta. L’attaccante, ora ad Ascoli, a La Gazzetta dello Sport rievoca anche la sua esperienza in viola: “Non ho avuto in A lo spazio che mi immaginavo di avere. Ho beccato sulla mia strada un signor Toni, davanti al quale c’era solo da togliersi il cappello. Ora ho metabolizzato tutto. Il rammarico vero è quello di non aver mai avuto una vera occasione in Serie A. Cosa le è mancato? Ero di nuovo a 31 anni in A e mi sentivo finalmente pronto dopo l’esperienza da giovanissimo con la Fiorentina. Lecce? È stata l’unica occasione, ma mi sono rotto il perone. In carriera ho fatto appena 13 partite da titolare in A. Mi sarebbe piaciuto avere un’occasione come accaduto quest’anno a Mbakogu: fare un campionato intero da titolare. Invece a Verona è arrivato Toni e a Bologna mi hanno messo fuori lista”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*