Calabrese: “Alla Fiorentina non serve un allenatore come Montella e Sousa, ma uno che si accontenta e non rompe le scatole”

Sousa Carpi

Le scorie del mercato appena concluso si fanno ancora sentire. Nell’edizione di Firenze de La Repubblica, troviamo questa mattina un editoriale, a firma di Giuseppe Calabrese, dove c’è un passaggio interessante dedicato alle ambizioni della società e a quelle degli allenatori che hanno caratterizzato e stanno caratterizzando la storia recente viola: “La Fiorentina negli ultimi anni ha sempre cercato tecnici giovani e ambiziosi. Allenatori che arrivati a un certo punto chiedono di fare uno sforzo in più per provare a crescere. Ma la società viola ha sempre detto di no (lo dimostrano i fatti) consumando poi addii polemici e inevitabili. Diciamolo, alla Fiorentina in panchina non serve gente come Montella o Sousa, ma uno yes man che non chiede e non ha ambizione. Uno che si accontenta, fa quello che dice la società e non rompe le scatole. Ce ne sono in giro, basta cercare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

27 commenti

  1. Credo che un allenatore giovane desideri buoni giocatori…ricordiamoci che il risultato poi dipende dalle intuizioni di un allenatore al 20% ,quindi se mandi uno ad allenare il Frosinone, difficilmente vince il campionato è che credo nessuno possa mettere in dubbio che la Viola sta andando oltre le aspettative

  2. Io quest’estate avrei preso il buon Donadoni che è molto sottovalutato e lo sta dimostrando facendo benissimo a Bologna, come fece bene in una squadra fallita e allo sbando come il Parma. Avrei portato a Firenze anche Mirante e Josè Mauri gratis.
    Il DS senza dubbio Sartori ex Chievo, ora all’Atalanta, ottimo scopritore di talenti in B e lega pro in Italia e all’estero e gli avrei dato pieni poteri sotto il profilo tecnico.
    Sia Sartori che Donadoni sono molto bravi sia a rivalutare giocatori svalutati, sia a scoprire e lanciare i giovani, quindi entrambi ottimi per la Fiorentina.

  3. Ok massimo 63, allora mi spieghi perchè i furbetti li scelgono tutti i Della Valle?
    Perchè non prendono uno come Spalletti, forse perchè costa tanto e pretenderebbe giocatori forti che costano, invece dei soliti bolliti, rotti, mezzi rotti e mezze seg… a parametro zero?

  4. Volevo far notare il commento di Stefano del quale condivido ogni parola. Oramai i furbetti hanno capito il meccanismo cioè Firenze è un’ottima piazza con una ottima società il tutto ti da posdibilità di metterti in mostra …poi alla prima occasione inizi a puntare i piedi e fai di tutto per arrivare alla rottura con conseguente cambio di casacca . Il problema però e che una volta cambiato viene fuori la vera sostanza del mister e i fatti mi sembra parlino da soli.

  5. Morto un papa se ne fa un altro. Tanto non si vincerà mai nulla con qualunque proprietà. Quattordici anni e zero titoli, ma anche quattordici anni dove i gobbi hanno incassato un miliardo di euro in più della Fiorentina solo con le televisioni. Ma neanche con Bill Gates si vince a queste condizioni.

  6. …. Ma guarda quanti “lecchini” la pidocchiosa proprieta viola ha? Bravi!!

  7. Caro Stefano ma tu non ti sei mai chiesto perchè i DV invece di quelli che tu chiami “discreti allenatori” come Prandelli, Montella, Sousa, ma anche Sinisa e Delio Rossi, non abbiano mai assunto allenatori di grido come per es Ancelotti, Mourinho o Spalletti?
    Forse perchè avrebbero chiesto buoni giocatori e non avrebbero accettato i reduci di guerra i pensionati e le mezze …… a parametro zero?
    No perchè loro vogliono vincere e non s’accontentano d’arrivare sempre quarti.
    Quanto a Calabrese non è uno che semina zizzania, ma un giornalista che dice quello che pensa e non scrive sotto dettatura come certi giornalai che ben conosciamo.
    PS. anche Conte che ha vinto 3 scudetti coi gobbi dopo l’Europeo sarà un “discreto allenatore” perchè coi giocatori che si ritrova la nazionale non potrà fare certo meglio del suo predecessore il “discreto Prandelli”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*