Calamai: “A gennaio servono anche sacrifici coraggiosi. Sousa vuole solo arrivare a fine contratto in modo indolore”

Sousa in piedi

A Radio Blu il giornalista de La Gazzetta dello Sport Luca Calamai fa un bilancio sulla stagione della Fiorentina: “Alla Fiorentina darei un 6, con tanti meno: è una sufficienza che nasce dal cammino europeo, svolto in modo spavaldo e che potrebbe risparmiare a tanti giocatori importanti l’ultima partita a Baku. In campionato invece la Fiorentina sta nella mediocrità, quello che mi auguro è che ci sia una scossa importante a gennaio. Visto che la società non ha soldi, abbia idee: servono anche sacrifici coraggiosi perché occorrono almeno tre giocatori per evitare che questo sia l’anno del fine corsa. Zarate? Ho scritto che non l’avrei preso ma nel momento in cui c’è, la sua gestione è tutta sbagliata. Così non torna niente, in cinque minuti con il Crotone ha fatto più di Babacar in ottantacinque. In condizioni normali la vince da solo quella partita. Con la Sampdoria il primo cambio è stato un bambino come Chiesa, che non c’entrava nulla. Il problema oggi riguarda Sousa: si può tenere un allenatore per otto mesi sapendo che poi va via? Il dibattito oggi riguarda solo chi sarà il suo successore, non sul fatto che resti o meno. Corvino vuole evitare di avere in un gruppo già problematico un allenatore che conta i minuti prima di andare via. Sousa vuole solo arrivare alla fine nel modo più indolore possibile e allora deve intervenire la società”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Sacrifici coraggiosi….ancora? Ma coraggiosi acquisti quando ?

  2. SOUSA A CASA INUTILE PROSEGUIRE CON QUESTO ALLENATORE NON HA SENSO LO CAPISCONO ANCHE I MURI

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*