Calamai: “Babacar da tenere solo se ha la certezza di giocare. Rossi può andare a giocare a New York”

Il giornalista Luca Calamai de La Gazzetta dello Sport parla così a Radio Blu a proposito di vari argomenti legati alla Fiorentina: “Europa League per i viola? Dal 3-4% di possibilità di 15 giorni fa, adesso siamo aumentati di qualche punto, andiamo all’8%. La corsa è dura, lunga, e  ce n’è di strada da fare. Sono totalmente contrario al partito di quelli che dicono di non andare in Europa per non fare i preliminari. Andare in Europa è fondamentale per 3 motivi: 15-18 milioni in più nelle casse, quindi reinvestire nei giocatori e visibilità internazionale fondamentale per una società come la Fiorentina. Questo gruppo merita un applauso perché non mi aspettavo un carattere così dal gruppo, pensavo che mollassero i remi. Pepito Rossi è del Celta Vigo completamente, credo che sia così intristito dalla situazione che torni a giocare a New York per avvicinarsi a casa già da questa estate. La Sampdoria è in forma, e la trovi nel momento migliore perché non ha obiettivi, e con l’euforia della vittoria di Milano. Anche pareggiare terrebbe viva la speranza dell’Europa. Riguardo a Babacar arriviamo al secondo anno in cui non sappiamo cosa è, non credo che nessuno se la senta di dire che può essere titolare. La morale è che l’allenatore che verrà deve essere chiaro e onesto. Se gli piace, dobbiamo tenerlo come riserva se sei convinto che può giocare, altrimenti lo mandi via anche per rispetto al ragazzo. Se non festeggia lo capisco, si sente preso in giro. Non capisco perché Sousa non abbia provato le due punte contro il Bologna. L’anno prossimo avrà 26 anni e potrebbe essere l’anno buono per vederlo sbocciare definitivamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*