Questo sito contribuisce alla audience di

Calamai: “Chiesa è il simbolo della Fiorentina, ma va premiato. Bernardeschi non ripasserà da Firenze”

Luca Calamai, giornalista de La Gazzetta dello Sport, è intervenuto a Radio Blu: “Nessuno chiede ai giovani della Fiorentina di essere i salvatori della patria. Nel calcio di oggi i giocatori buoni te li prendono subito, non ha senso perdere dei giovani per poche migliaia di euro. Chiesa è il simbolo della Fiorentina: oggi è arrivato a Moena sorridente e pronto per mettersi a disposizione di Pioli. La società dovrebbe però rinnovare il contratto al giocatore e aumentargli lo stipendio, considerate anche le pressioni che riceve da altre squadre. La prima settimana di ritiro mi ha lasciato poco, se non la capacità di Pioli di fare quadrato. Bernardeschi? Non ripasserà da Firenze, è una storia finita. Nel calcio di oggi affezionarsi ai giocatori è un grosso errore e non è più possibile: questo non vale solo per la Fiorentina, ma anche per le altre realtà. Kalinic ha un debito morale nei confronti dei compagni che sono qua ad allenarsi: so che c’è un problema familiare ma di poco conto. Il giocatore non ha fretta, così come il Milan, ma Corvino sì”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. a me questo calcio mi fa SKYfo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*