Calamai: “Con la Cittadella Viola entreranno soci al 40% nella Fiorentina”

Diego e Andrea Della Valle e il presidente esecutivo Cognigni in tribuna. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, vede nel progetto della Cittadella Viola come fondamentale per il futuro della squadra: “E’ un crocevia importante, perché i Della Valle avevano già fatto sapere che la Fiorentina poteva crescere solo in presenza della Cittadella. E poi così possono entrare soci stranieri al 40% anche nella stessa Fiorentina, perché la gente coi soldi, arabi, cinesi ecc…entra solo dove si costruisce. Non esiste centravanti più importante che puoi comprare che costruire questo stadio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. se è vero che Bernardeschi sarà ceduto all’inter o altra squadra non cè nulla da aggiungere riguardo le reali intenzioni dei DDV

  2. Andrea , bravo continua cosi ma ogni tanto tr…. oppure il tua massima goduria è correggere gli errori grammaticali , se è cosi sei messo male.

  3. Stefano, quali investitori (al 40%) verrebbero a mettere denaro per quelle che te chiami “strutture” ?
    Gli annessi e connessi serviranno per “ammortizzare” i costi di edificazione dello stadio (nella migliore delle ipotesi). I proventi della specolazione edilizia connessa allo stadio, faranno la fine del presunto “centro sportivo” all’Incisa.

  4. La burocrazia italiana

  5. supercannabilover

    Gira voce tra gli architetti coinvolti nel progetto stadio che dopo la presentazione del plastico verra’ fatto un passo importante e per me fondamentale, la presentazione dello stadio in Das, anche se ci sono gli ispettori sanitari che stanno facendo slittare la data perche’ il materiale e’ ritenuto cancrogenico

  6. mettendosi nei panni dell’insegnante di italiano di “fra diavolo” viene letteralmente da piangere …quanto tempo prezioso sprecato …

  7. E per concludere il mio post precedente. Volete che i DV vendano e vendano ad uno ancora più ricco,che abbia voglia di buttare denaro nel calcio? Allora tifate perché stadio e cittadella vengano fatti al più presto,o comunque che almeno vengano dati permessi e autorizzazioni,perché altrimenti quando venderanno,se venderanno,la Viola sarà acquistata da uno che al massimo,proprio ad esagerare,farà quel che hanno fatto loro,non una virgola in più. Squinzi,per fare un esempio minimo,ha perso il Sassuolo e lo sta tenendo in A,esclusivamente perché insieme alla squadra ha potuto rilevare uno stadio ed un centro sportivo,che adesso sono suoi. Altrimenti col cacchio che gli interessava invischiare la Mapei nel giochino del pallone.

  8. Ma allora lo fate apposta a far finta di non capire,perché non volete sentire ragioni. Non è lo stadio in se che porta soldi,anche se alla Juve porta ben più di quei 10 milioni che voi dite. Sono le strutture che saranno di proprietà della società calcistica che conteranno. Nuovi sponsor,nuovi investitori,banche che potranno parlare con la società proprietaria di strutture che valgono centinaia di milioni di euro. Ma se andate in un istituto di credito portando con voi il nulla (avete casa in affitto,auto da rottamare,nessun altro possedimento),oppure ci andate con l’atto di proprietà di due appartamenti da 180 mila euro ciascuno di valore,due BMW nuove da 40 mila euro ciascuna di valore,più un terreno agricolo che comunque qualcosa vale,secondo voi quel l’istituto vi concede lo stesso fido? Vi garantisce lo stesso credito? Vi presta gli stessi soldi? E che cavolo,sembrate di coccio.

  9. Secondo quale logica una struttura (stadio) che ai gobbi nn so se arriva a fruttare una decina di milioni, a noi dovrebbe cambiare la storia della società ?
    C’è gente che si beve tutto quello che gli raccontano.
    Badate, che nn ci sarà da aspettare il 2025 per scoprire l’ennesimo bluff. DDV, nn cincirinella, in occasione della presentazione del primo plastico disse “quando avremo le autorizzazioni per la cittadella, nn ci sarà da aspettare, siamo pronti a mettere subito 35 milioni per il mercato”, vediamo cosa succede se venerdì gli danno l’ok

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*