Questo sito contribuisce alla audience di

Calamai: “E’ inaccettabile pensare già al mercato: con dodici punti entro Pasqua, la Fiorentina torna in corsa”

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il giornalista della Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, ha posto, parlando a Radio Blu, questo obiettivo per la squadra viola: “Per la prima volta dopo alcuni giorni ho guardato il calendario e non credo che la Fiorentina possa andare in Europa, però è anche vero che in fondo bisogna arrivare. Le prossime quattro partite non rappresentano avversari insormontabili, per cui cercando di resistere alla tentazione di non dare tutto per già perso, ho pensato che con 12 punti la Fiorentina potrebbe arrivare a Pasqua e capire se quello che oggi sembra impossibile possa prendere corpo. Non accetto l’idea che oggi, che siamo a metà marzo, si debba pensare già al mercato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Stagione già finita e la prossima non sarà migliore chi ci è davanti sarà ancora più forte e noi aprendo un nuovo ciclo avremo bisogno di più stagioni x tornare davvero competitivi

  2. 12 punti in palio?
    Vedremo quanti ne prenderà la Fiorentina.
    Personalmente penso che una squadra debosciata come la nostra con un allenatore “filosofo del nulla” non otterranno un tubo.
    È giusto a questo punto PROGRAMMARE il futuro a cominciare dalla scelta del nuovo allenatore.

  3. Stefano Morino

    Se domenica non si dovesse vincere col grande Crotone però chetati eh

  4. Sì,e con 36 si vince il campionato….! Questo non è l’atteggiamento (da parte di tutti) per arrivare al risultato, al di la dei proclami.Tutti in disarmo e con la mente al prossimo campionato. Però abbiamo…. il plastico…!!

  5. Gentile Redazione ..
    Vorrei dire ..
    Vi prego rinnovate con Paulo.. ripensateci!!!!
    Buon lavoro
    Tommaso

  6. Il problema è che a questa squadra manca l’organizzazione e l’equilibrio in campo. Da ciò deriva la mancanza di continuità.
    E non c’è nessun segnale che faccia presagire a una svolta.

  7. Purtroppo quando non ci sono più traguardi è normale che si parli di mercato. Sono d’accordo con SCONCERTI denigrare DV visto i soldi che hanno e chiamarli CIABATTINI si esagera. Giusto criticarli per i risultati ma non andare oltre.

  8. Non vedo il nesso tre le due cose. Tutte le squadre (a maggior ragione quelle con ambizioni vere o presunte) a marzo devono cominciare a programmare la prossima stagione e quindi il mercato. Per quanto riguarda il campionato, se Il Palermo può sperare di raggiungere l’Empoli e la Roma può illudersi di raggiungere la Juve, non vedo perché noi non si possa superare Milan e Atalanta. FVS.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*