Questo sito contribuisce alla audience di

Calamai: “La Fiorentina è una barca senza timoniere. I giocatori sono come industrie al giorno di oggi”

Il giornalista Luca Calamai analizza a Radio Blu l’attualità in casa Fiorentina: “La storia di Bernardeschi mi ha colpito tanto: dico che bisogna smettere di innamorarsi dei giocatori. Oggi loro sono industrie e fanno guadagnare soldi. Nella Fiorentina non è cambiato niente da quel comunicato, se arriva un acquirente credibile si vende. Capisco le richieste di Nardella, ma ad oggi la posizione dei viola è questa. Ritengo che debba succedere qualcosa, non troppo in là, perché al momento siamo in una barca senza timoniere. La società ha garantito a Pioli una squadra competitiva, come stabilito nell’ultimo CDA. Anche in questa situazione la barca va avanti, ma è evidente che non ci può essere l’entusiasmo assoluto dei primi tempi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Ma Calamai queste cose le ha dette anche a Co&Co mentre prendeva il caffe’ con loro o parlavano di ciclismo? patetica l espressione della barca va avanti…se vuole usare il termine barca,avrei suggerito ” e la barca torno’ sola”.

  2. il termine COMPETITIVO e similare al termine AMBIZIOSO, se non vi è un contesto che identifica il termine non significa assolutamente nulla, è completamente un valore vuoto.

    Quindi società AMBIZIOSA per fare cosa?

    squadra COMPETITIVA per fare cosa?

    se non si ha il raffronto sono parole vacue ed assolutamente inutili!

    quindi basta utilizzare parole assolutamente vuote e prive di significato! GRAZIE!!!

  3. La Fiorentina è un’azienda che fa parte di in gruppo in forte difficoltà. I dati della semestrale 2017 dicono che Tod”s e C. segnano un calo di fatturato del 4,4 per cento (che diventa quasi il 10 per cento nella proiezione su base annua). Negli anni passati il buon andamento del gruppo ha fornito le risorse per gestire la Fiorentina, ora la Fiorentina ricambia forzosamente il favore. Insomma, paghiamo il declino e gli errori del foulardato maior. Che poi cerchino l’alibi di 4 striscioni, ok. Ma la verità è che i Della Valle non si possono più permettere una squadra nella parte sinistra, in alto, della classifica. Il pericolo è che il giochetto delle plusvalenze semestrali sia usato per anni: può fare anche quello che snobba il calcio, ma per ora la detestava fiorentina gli sta salvando il posteriore.

  4. La proprietà la smetta con le ripicche. Si torni a fare calcio seriamente.

  5. Tifolamagliaviola

    Se lo dice Calamai, vuole dire che la situazione e’ piu’ che disperata … giusto ma Re Leone che doveva fare delle rivelazioni importanti, fonti sicure, e’ un allenatore quindi uno del giro …. attendiamo impazienti, se arriva Ciu En Lai sara’ meglio prepararsi, cumunque chiunque meglio dei braccini

  6. Ma Calamai nn ci raccontava che c’era la fila per finanziare la cittadella dei dv ?
    Però ha una bella fantasia, bella fervida, pronta a partorire sempre nuove notizie, meglio di Salgari

  7. E se lo dice lui che è l amichetto di corvino e gnigni..

  8. L’ oracolo : un disco rotto…..

  9. Re Leone sa tutto. Dircelo se sei vivo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*