Calamai: “La Fiorentina non tira mai in porta e spero non dipenda dagli schemi di Sousa. Zarate? Per me giocherebbe sempre”

Zarate Celta Vigo 2

A Radio Blu il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, commenta la situazione viola alla vigilia dell’esordio europeo: “La Fiorentina ha la necessità di fare un percorso decisamente diverso dall’anno scorso, l’importante è mettere al sicuro la qualificazione e poi gestire le ultime due partite, e penso alla trasferta di Baku. Questa è una partita molto complicata per l’ambiente e la Fiorentina ha dei grandi problemi fisici in questo momento; siamo curiosi di vedere se sarà ancora lenta e macchinosa. E’ una squadra che non tira mai in porta, il problema è capire se ciò non avviene perché non c’è la condizione o non ci sono gli schemi. Nel secondo caso sarebbe opportuno che Sousa intervenisse. Serve più gente con i gol nelle gambe, lo Zarate visto a Moena per me giocherebbe sempre, Vecino avanzato di qualche metro forse troverebbe qualche rete in più. Bernardeschi? Per me deve giocare, anche perché Tello non può fare quel ruolo, lo vedo adatto solo al 4-3-3 perché fa solo un movimento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Se Sousa non capisce questo è pensa ancora agli equilibri della squadra quest’anno di sicuro sara’ molto piu’ facile perdere di misura che vincere di misura ..questo e’ poco ma sicuro …gli equilibri si devono guardare quando fai giocare comunque davanti dei giocatori che possano garantirti di tirare in porta ..altrimenti perdi, pareggi o vinci scazzando

  2. La conclusione a rete è la parte emozionante del calcio. Per lo meno io a Firenze ormai da molti anni mi annoio allo stadio, non si tira mai, mai un passaggio in profondità, solo palleggio noioso sulla trequarti avversaria. Speravo con Suosa di vedere qualcosa di diverso. Spero che cambi qualcosa perché così siamo inguardabili, non possiamo essere questi. Avanti viola

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*