Calamai: “Non darei già per perso Kalinic a giugno: se non parte il progetto stadio però non escluso che i Della Valle cedano…”

Diego Della Valle, Andrea Della Valle e Dario Nardella. Foto: LF/Fiorentinanews.com

A Radio Blu il giornalista Luca Calamai fa il punto sul mercato, legato anche alle vicende dello stadio: “Farei un distinguo tra Gonzalo, che va via perché la Fiorentina lo ritiene ormai un giocatore nella fase finale della carriera, tra l’altro Corvino gli ha fatto un’offerta quasi esagerata ed è un peccato perché per un altro paio d’anni avrebbe potuto rappresentare l’uomo giusto; Badelj, che se non porta i soldi resta fino alla fine del contratto, perché anche andando via a zero euro non rappresenterebbe una minusvalenza, e Kalinic, per il quale siamo a un bivio. A metà febbraio verrà ufficializzata la parte del project legata al nuovo stadio, quando a Firenze saranno presenti i Della Valle: questo non può che cambiare gli scenari della Fiorentina. Che senso avrebbe fare un investimento del genere per presentare poi una squadra mediocre. Io non mi allungherei su Kalinic, giugno mi sembra lontanissimo: se si parte con questo progetto, la Fiorentina non può che costruire una squadra da primi cinque posti, altrimenti non escludo nulla, anche che i Della Valle possano passare di mano. La consapevolezza del nuovo stadio permette di iniziare ad investire già prima da avere in mano concretamente le risorse: un progetto sportivo ambizioso poi non significa lottare per lo scudetto ma neanche scivolare nella mediocrità, come sta succedendo adesso, da un paio d’anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. arrivare 4 o 5 non e’ mediocrita’, sono posizioni superiori a quelle che la città di firenze può pretendere, che sono lottare con lazio e torino per il sesto/settimo/ottavo posto. e poi trovate voi un ricco fiorentino che butta i soldi per farsi dire “bracciono” dai famosi tifosi. della valle dopo essersi visto bocciare lo stadio nel 2008, che oggi sarebbe finito, chiaramente si è rotto le scatole.

  2. Mario TN non chiederti chi è sto Luca ma piuttosto chi è diventata la Fiorentina sotto i DV e la Fiesola come fa a sopportare una mediocrità a 360 gradi gestionale e passionale

  3. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Io ho un totale disprezzo per Calamai. Se Bucchioni e` totalmente fuori soggetto, il Calamai e` palesemente a libro paga della proprieta`. Non ho mai visto uno scrivere o dire delle ovvieta` talmente “ovvie” da essere persino offensive per chi le legge. Difatti, Calamai non dice mai, dico mai qualcosa di sensato che non gli sia stato riportato da qualcuno o qualcosa. Oltretutto e` in continuo conflitto con se stesso, rinnegando il giorno dopo cio` che e` stato detto il giorno prima. Certa gente contribuisce solo ad allargare il solco, gia` enorme, fra ACF e Fiorentina intesa come squadra e soprattutto come tifosi.

  4. supercannabilover

    Sarebbe cosa interessante sapere come uno stadio di propieta’ possa avere introiti per il salto di qualita’ che si sbandiera di continuo, magari elencando le societa’ che lo hanno e che hanno ottenuto benefici papabili… io non ne conosco una

  5. supercannabilover

    Si vede che dietro c’e’ la mano della societa’ per questi giornalisti

  6. Ma questo Calamai sa sempre tutto,però non ne prende mai una……..consiglio a Calamai di andare a leggere quello che diceva su Kalinic 10 giorni fa.Cari tifosi invece di criticare i Della Valle ogni tanto critichiamo questi giornalisti che fanno solo il male della VIOLA.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*