Questo sito contribuisce alla audience di

Calamai: “Rivoluzione inevitabile nella Fiorentina. Il 70% di questa squadra non ci sarà più”

Foto: Fiorentinanews.com

Luca Calamai, de La Gazzetta dello Sport, parla a Radio Blu della Fiorentina del futuro: “Il 70% di questa Fiorentina non ci sarà più la prossima stagione, allenatore compreso, perché ormai è finito un ciclo. Ho dei dubbi che anche Borja Valero possa restare a Firenze. La rivoluzione della Fiorentina per la prossima stagione è inevitabile e già decisa ma questa squadra deve continuare a perseguire il sogno europeo già da giovedì perché aiuterebbe tutti ad arrivare meglio al termine della stagione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Niente stadio e gadget associato e niente giocatori,se possibile plusvalenze.Questo e’ quanto hanno deciso i DV e la realtà’ e’ sotto gli occhi di tutti

  2. Unico modo per tornare competitivi è vendere kalinic, Berna è qualcun’altro a qualche spicciolo visto il livello è con circa 100 milioni fare 5/6 acquisti di livello

  3. Ma non scherzare…..

  4. Stefano, i piazzamenti vanno parametrati ai tempi. Fra arrivare quarti, quinti o sesti, nn c’è grande differenza. Nessuno, in nessuno sport del mondo è mai passato alla storia per essere arrivato quarto o quinto. Ritenere un successo le posizioni di rincalzo, sono lo specchio di una proprietà mediocre. La mediocrità è contagiosa e purtroppo aveva reso cechi molti tifosi, oggi per fortuna la situazione stà cambiando e molti vedono la realtà per quello che è.
    A me nn affascinano i discorsi sul passato, la posizione media nella storia, il fatto che con tutte le proprietà abbiamo vinto, meno che con questa, ecc. ecc. Tuttavia, va ricordato che con 6/7 squadre che vanno in Europa oggi, ai tempi di Pontello, saremmo andati tutti gli anni. Nel periodo post scudetto, si inanellò una serie di secondi posti incredibile.
    Ma io preferisco guardare al futuro, nn perdendo di vista il passato recente, le prospettive nn sono belle.

  5. Ma come è che in tanti scrivete che ai dv interessa vivacchiare a metà classifica,mentre il 90% delle volte siamo arrivati quarti,quinti e addirittura terzi se non fossimo partiti da – 15 nel 2006? Se arrivare quasi sempre nelle prime cinque del campionato e soltanto sporadicamente arrivare più giù significa avere una squadra che vivacchia,mi sa che avete letto male le squadre del campionato italiano. Non sono dodici come in Belgio,ma sono venti. Arrivare più su di quei quinti,quarti,e di quel terzo posto virtuale,significherebbe entrare ogni anno in Champion e lottare ogni anno per lo scudetto,il che a me farebbe immenso piacere,ma qui non siamo nel campionato danese o svizzero,siamo in un campionato che è ancora tra i quattro top del mondo con Inghilterra,Spagna,e Germania,il che significa che ci sono diverse squadre come la Viola e altre più forti della Viola. A leggervi pare che se la Fiorentina non arriva tra le prime due o tre squadre,sia un fallimento,senza che tenete conto di Napoli,Roma,Milan,inter,Juventus e la stessa Lazio che non è certo una squadra con meno possibilità della Fiorentina. Ma come azzo ragionate? Boh! Ovvio che speriamo tutti di arrivare più in alto,anche sulla vetta se possibile,ma non è che una squadra di medio livello,come è sempre stata la Viola,in un campionato top,come è ancora quello italiano nonostante i vostri discorsi beceri sulla decadenza del nostro calcio,è obbligata ad arrivare terza o seconda. Perché allora il Napoli e la Roma sarebbero obbligate ad arrivare sempre prime,le due milanesi sempre prime esattamente come la Juve è quindi sono tutte squadre che vivacchiano,secondo i vostri forbiti ragionamenti. Se anche Milan e inter posdono stare anni senza entrare neppure in una coppa e arrivare quasi a metà classifica,senza che sia la tragedia del millennio,non riesco sinceramente a capire perché ciò non può succedere alla Viola. Boh,e ancora boh. continuo a non capirvi. Ma sicuramente è colpa mia che non sono così forbito da comprendere i vostri eccelsi ragionamenti.

  6. Per favore non paragonare il lavoro di Prandelli e soprattutto Montella con Sousa.Loro risultati e soddisfazione li hanno dati,Il portoghese solo capricci e brutte figure a iosa.

  7. SOUSA indifendibile……….troppi giocatori fuori ruolo….secondo me l ultima di campionato prova Tatarusanu centravanti……..

  8. ..Io ho avuto un contratto part-time a tempo determinato di tre mesi..il datore di lavoro ha preteso il massimo impegno fino all’ultimo giorno..giustamente..

  9. Mi piace Gattuso grinta da vendere e riesce a far gruppo avrà un futuro come allenatore. Mi sembra un Conte alle origini unica differenza che lui è’ simpatico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*