Questo sito contribuisce alla audience di

Calamai: “Sousa è fuori controllo da un pezzo ormai, mi aspettavo di più da lui. Però ha regalato cento milioni alla Fiorentina”

Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

A Radio Blu il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai ha commentato la situazione viola anche relativamente al mercato: “Il problema della Fiorentina è che è una realtà diversa rispetto ad Atalanta, Udinese, Bologna ecc… perché noi la vogliamo in Europa, magari in Champions. Per cui va trovato il punto d’equilibrio tra i talenti da scovare e rivendere e i calciatori affermati. Per le società più piccole è più semplice, perché che arrivino noni o undicesimi non cambia niente. E’ difficile valutare con certezza i tempi d’attesa dei giovani, per esempio Diks che ad Antognoni piaceva molto ma per Sousa non era pronto. L’alchimia di una realtà come la Fiorentina è complicatissima perché serve un mix di vecchi, giovani, affermati o poco affermati per poter puntare all’Europa. Sousa? Mi aspettavo di più da lui dopo l’anno scorso, però alla Fiorentina ha regalato Chiesa, che senza di lui magari si sarebbe perso tra prestiti in Serie B, ha regalato Kalinic e Bernardeschi, che a Montella non piaceva. Per cui ha regalato un centinaio di milioni. Poi ne ha combinate tante, si era capito nel gennaio 2016 che Sousa aveva rotto, per cui l’errore è stato di Corvino che ha fatto la scelta più semplice e banale e invece doveva capire che il tecnico era da mandare via alla fine dell’anno scorso. Il portoghese è fuori controllo, lo è da mesi, anche solo per il fatto di aver concesso i giorni di riposo dopo la partita di Palermo“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Vero ma i soldi da soli non danno soddisfazioni sportive e soprattutto quando vengono spesi male…

  2. Sousa ha cimmesso due errori grossi ..il primo e- stato D’impeto da uomo vero e sincero qual’e.. .le cose vere che pensava se le doveva tenere dentro perché il suo malcontento non ha contribuito certo a motivare il gruppo ..riesci a raggiungere obiettivi soprattutto se ci credi..lui ha detto troppo presto la verità . Che quella una squadra costruita per raggiungere l’obiettivo che lui è i tifosi volevano… e nata una squadra senza cattiveria.. .il secondo errore e stato quello di non capire che l errore che ha fatto CORVINO e stati quello di voler.xcosteuire una squadra che giocasse con la difesa a 4…lui avrebbe dovuto anche se i terzini di fascia non erano in granché cercare di continuare su quella linea perché nell altro modo ha fatto giocare molto giocatori fuori ruolo.. Kalunic doveva giocare con un altro attaccante al suo fianco (chiesa) e bernardeshi doveva fare il trequartista dietro ..i tre centrocampisti forti ce li aveva e Sanchez e Cristoforo erano i loro rincalzi

  3. Quindi, se uno ha un minimo di amor proprio, e non vuole farsi mettere i piedi in faccia da soggetti alla Cognigni, e ora alla Corvino, è uno che è fuori controllo… a Calamai questo non capita, lui sa mettersi sistematicamente nella miglior posizione per prenderlo, da chiunque gli stia sopra, di fianco, o da tergo, magari anche di fronte. E’ un artista dell’accoppiamento, non è importante ingoiare rospi amari, digerire promesse mai mantenute, buttare all’aria questioni su cui ci si è già accordati, no, l’importante è prenderlo sempre in quel posto e gioire e stare zitti. E’ facile, Calamai, fare gli invertiti col sedere degli altri. Ma a te riesce bene tutto, potresti addirittura riuscirci, tu non vai mai fuori controllo, stai sempre a cuccia e in posizione, è il tuo sesto senso innato che ti guida, puoi tutto. E sai ricevere di tutto, che artista il Calamai, come li prende lui non li prende nessuno. E sa dispensare utili consigli su come prenderlo al top, che classe!

  4. Ieri erano 80 oggi sono 100!!! Scalamaio da Zelig 😂

  5. robiossigeno

    Calamai ma che dici mai!!!
    Su Kalinic posso anche essere d’aaccordo ma Bernardeschi già giocava con Montella tre stagioni fa(e non come terzino il primo anno di Sousa) mentre chi ti dice che Chiesa sarebbe comunque esploso.

  6. lucabilly1963

    Calamai è un boccalone e le sue analisi dono di un’ovvietà esasperante. Dov’era lui quando il Sousa che attacca ad ogni occasione fu preso per il culo sall’ACF e noi con lui? Era il momento giusto di fare il giornalista e non il giornalaio picchiando di punta i DV. Ridicolo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*