Calamai: “Sousa non può averla sbagliato apposta la formazione: sarebbe un suicidio per lui. Non vedo motivi per esonerarlo”

A Radio Blu il giornalista Luca Calamai fa il punto sul caos intorno a Sousa: “Sicuramente con Paulo Sousa non ci si annoia, questo me lo rende in parte simpatico, ha una sua personalità ed un suo stile, una bella competenza anche nel lanciare i giovani. Ma è un uomo che spesso va a cercare situazioni complicate, ma sgombriamo il campo da sospetti: Sousa non è uno che va a sfidare la società o a lanciare messaggi, sta ancora cercando il suo cammino professionale e questa stagione per lui non è di crescita. Per cui sarebbe un suicidio per lui fare queste scelte apposta. Ora poi è anche il caso di passare oltre Genova perché tra Lazio e Napoli la Fiorentina deve fare punti ed anche tanti. Prospettive nuove per il mercato? Queste due partite avranno un valore, se la Fiorentina riuscirà a fare anche solo due punti, che è il minimo sindacale, andrebbe alla sosta con tre punti di ritardo sul sesto posto. In quel momento la proprietà si chiederebbe se questa squadra è in grado di andare in Europa e, visti i 16-17 milioni che sposta una qualificazione europea, potrebbe spingere a fare qualche operazione. In caso di bicchiere mezzo vuoto invece, probabilmente si punterebbe alla preparazione del futuro, magari con il lancio di alcuni giovani. Esonero possibile per Sousa? Non trovo un solo motivo per esonerare Sousa, anche solo per mancanza di alternative credibili, ci fosse stato libero Pioli forse sarebbe stata una soluzione valida. Ma non siamo in una situazione così d’emergenza da giustificare un esonero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Il bicchiere restera’ mezzo vuoto o ancor peggio allungato come l anno scorso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*